Ucciso brutalmente Aldo, il clochard che viveva col gatto sulle spalle

A Palermo solo nel 2018 sono morti otto senzatetto

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

A Palermo il suo sorriso lo conoscevano tutti. Aria bohemién, occhiali storti sul naso, e un gatto, Helios, sempre in piedi sulle sue spalle. Aldo, un clochard arrivato in Sicilia dalla Francia, è stato ucciso brutalmente nella notte tra il 16 e il 17 dicembre, al culmine di un'aggressione che gli inquirenti stanno cercando di ricostruire in queste ore visionando le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona.

Il suo vero nome era Aid Abdellah, aveva 56 anni e aveva eletto a dimora i portici di Piazzale Ungheria, nel pieno centro di Palermo. È stato trovato agonizzante da una barista che ogni mattina gli offriva la colazione. All'arrivo dei soccorsi, non c'era più nulla da fare.

Chi era il clochard che citava Dante

Aid Aldo Abdellah

Calogero Guzzetta, segretario provinciale Cgil Palermo: "Morire così, perché si è invisibili, accade anche questo nella nostra città, una città che si definisce città della tolleranza, che ha un'amministrazione molto sensibile ai temi dell'accoglienza, ma che cova come tutte le altre realtà italiane in questo momento, un clima di intolleranza nei confronti di tutti i diversi. Aldo ne ha fatto le spese in maniera brutale".

Un delitto avvenuto a pochi metri dai mercatini di Natale di Palermo, dove, nel solo 2018, sono morti 8 senzatetto e dove l'emergenza abitativa, oggi più che mai, appare impellente. Nino Rocca, presidente Comitato Sunia per l'emergenza casa: "Ci troviamo di fronte a un'emergenza a cui va posto in maniera emergenziale una soluzione". Aggiunge il segretario Sunia, Zaer Darwish: "Non sono sufficienti le risposte alle oltre 2.000 famiglie iscritte nella graduatoria per l'emergenza abitativa".

"Ciao Aldo, amico di tutti": le parole di chi lo conosceva

Mentre si cercano gli assassini, in città si è scatenata una gara di solidarietà per adottare il gatto Helios. Secondo il gruppo Facebook "Pelosi nel cuore", una persona si sarebbe già fatta avanti.

Potrebbe Interessarti

  • Concorso navigator, "domande spiazzanti e assurde" al test: le interviste ai candidati

  • Boccone di traverso, cliente sta per soffocare: ristoratore lo salva con manovra di Heimlich

  • Cannabis light, s'incatena davanti al negozio chiuso: "Non mi sento più italiano"

  • Col tonno (intero) in ascensore: poi scattano i controlli del servizio igiene

Torna su
Today è in caricamento