Neonata trovata morta nel Tevere: colpita alla nuca prima di essere gettata nel fiume

La bimba era nata da pochi giorni. Prelevato il Dna per cercare di risalire alla madre. Gli inquirenti indagano per omicidio volontario

La polizia sul luogo del ritrovamento. Foto ANSA Massimo Percossi

Si indaga sulla morte della neonata di pochi giorni, il cui corpo senza vita è stato ritrovato sabato nelle acque del Tevere a Roma, all'altezza del ponte di Mezzocammino, nel tratto di fiume dopo il Gra verso il mare. A scoprire il corpicino, nascosto nella fitta boscaglia lungo il greto del fiume, era stato il proprietario di un ristorante mentre stava pescando anguille. Il reato ipotizzato dagli investigatori è omicidio volontario.

Secondo quanto trapela, la neonata sarebbe stata colpita alla nuca e poi gettata nel Tevere, presumibilmente quando era ancora viva. Era nata da pochi giorni (due, massimo tre secondo il medico legale). Sempre secondo il medico legale, accorso sul luogo del ritrovamento, da un primo esame la bimba sarebbe nata viva.

Sul corpo disposta l'autopsia, si cerca la madre

Sarà l'autopsia, in programma oggi, a stabilire con esattezza le cause della morte e capire le sue ultime ore di vita. Verrà prelevato ed analizzato anche il Dna con la speranza di trovare un profilo compatibile con un familiare. Intanto gli investigatori cercano la madre della piccola, in vari ambienti della Capitale. Una delle ipotesi su cui si sta lavorando è che la bimba sia stata sottratta alla madre per poi essere uccisa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiede il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere un albergo da 800mila euro

  • In arrivo 55mila lettere dall'Agenzia delle Entrate

  • Medico muore durante il turno di notte: aveva 28 anni

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 16 novembre 2019

  • Rompe il finestrino per rubare: nell'auto trova un vero tesoro

  • Concorsi, arriva la “raffica” di bandi: 2.600 nuove assunzioni 

Torna su
Today è in caricamento