Uccide il figlio di due anni, madre arrestata: "Voleva tornare dalla nonna"

Orrore a Piedimonte San Germano (Frosinone), la donna in un primo momento aveva raccontato che il piccolo era stato investito da un'auto pirata: poi è emersa la tragica verità

La donna durante il sopralluogo - Foto: FrosinoneToday

Una donna di Atina, D.D.B., residente a Piedimonte San Germano (Frosinone), è stata arrestata a Cassino dai carabinieri coadiuvati dal reparto operativo del comando provinciale di Frosinone per l'omicidio del figlio convivente di poco più di due anni. Il bambino, nato a Sora l'11 dicembre 2016, era stato investito ieri pomeriggio, alle 16.30. Una pattuglia della stazione carabinieri di Piedimonte San Germano era intervenuta sul posto con personale del 118 che aveva cercato di rianimare il piccolo, di nome Gabriel, constatandone poco dopo il decesso.

Piedimonte, il piccolo Gabriel ucciso dalla madre: arrestata

Ma subito sono emerse contraddizioni. Gli immediati accertamenti effettuati dal personale operante hanno permesso di acclarare che il decesso del bimbo non era riconducibile ad un investimento ed alla successiva fuga di una presunta auto pirata, come riferito dalla madre. Dopore ore di indagini i sospetti sono stati confermati: era stata la stessa donna ad ammazzarlo durante una passeggiata, in preda a un raptus.

"Le perplessità mostrate dagli investigatori  avevano indotto la donna a fornire una seconda versione: che il bambino lo avesse investito lei, in maniera accidentale, mentre faceva manovra con la sua auto. Una macchina che però non presenta urti, scheggiature e danni compatibili con un violento impatto. Il castello di menzogne si è sgretolato sotto il peso delle domande degli inquirenti che chiedevano spiegazioni anche in merito ai tanti graffi presenti sul collo e sul volto. A notte fonda la svolta" scrive Angela Nicoletti su FrosinoneToday"Gli ho stretto il collo e chiuso la bocca" per farlo stare zitto".

Omicidio Piedimonte San Germano (Frosinone)

La donna, a quel che si apprende, avrebbe perso il controllo in seguito ad una banale richiesta del figlio di tornare dalla nonna. Lo aveva soffocato stringendogli il collo e chiudendogli la bocca, causandone la morte per asfissia. La salma del piccolo è stata condotta presso la camera mortuaria dell'ospedale Santa Scolastica di Cassino, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, mentre la donna al termine delle formalità di rito sarà portata presso la sezione femminile della casa circondariale di Roma-Rebibbia.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • che schifo

  • Povero bimbo, che riposi in pace. Ora mi raccomando, accanitevi, come vostro solito, su quella poveraccia che probabilmente ha più bisogno di cure e di supporto che di condanne, col vostro solito "un colpo alla nuca".

  • Che schifo! Povero bimbo r.i.p.

Notizie di oggi

  • Economia

    Via gli 80 euro in busta paga, Tria: "Verranno riassorbiti dalla riforma fiscale"

  • Politica

    L'Agcom diffida il Tg2: "Servizi parziali e non obiettivi, episodi reiterati e non occasionali"

  • Politica

    Busta con proiettile a Salvini intercettata dagli artificieri

  • Sport

    È morto Niki Lauda, leggenda della Formula 1: addio a uno dei più grandi piloti di sempre

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

  • Era scomparsa da due mesi: trovata morta nel bagagliaio dell'auto

  • Matrimonio Pamela Prati, Georgette crolla: "Ho ricostruito il puzzle. Ora ho paura"

  • Meteo, sorpresa "amara": ecco quando arriva finalmente il caldo

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi sabato 18 maggio 2019

Torna su
Today è in caricamento