Castiglione del Lago, uccide i due figli e si getta in un pozzo

Un padre disperato e malato, due figli di nove e tredici uccisi a coltellate e una moglie viva per miracolo. Ecco la prima ricostruzione della tragedia avvenuta in provincia di Perugia

Il luogo del delitto

PERUGIA - Ha ucciso i suoi due figli di nove e tredici anni, Giulia e Hubert, e poi si è gettato in un pozzo, nel cortile dietro la sua casa. La tragedia è avvenuta stamattina a Vaiano, una frazione di Castiglione del Lago, in provincia di Perugia.

L'uomo, Maurilio Palmerini di 50 anni, ha accoltellato a morte i due ragazzini per poi suicidarsi. A dare l'allarme è stata la mamma dei bambini, scampata alla furia cieca del marito rifugiandosi dai vicini di casa. Solo dopo la telefonata della moglie ai militari, l'uomo si è tolto la vita, lanciandosi nel pozzo della propria casa di campagna. Un volo di molti metri finito con la morte sul colpo.

L'omicida-suicida viveva di lavori saltuari. A 50 anni la possibilità di un lavoro fisso era ormai divenuta un miraggio. La moglie, di origini polacche, non aveva un lavoro e pensava a portare avanti la casa e i due figli. Come racconta PerugiaToday, la frase "problemi economici" è quella che in queste ore si ripete di bocca in bocca tra gli inquirenti e la gente del posto. Una situazione difficile che avrebbe pesato come un macigno nella vita dell'uomo e della sua famiglia. In molti ribadiscono che l'uomo avrebbe chiesto aiuto alle strutture sanitarie, nel settembre scorso, a causa di una forte depressione causata da problemi economici e dalla mancanza di prospettive per lui, la moglie e i suoi due figli. 

Tutti gli aggiornamenti su PerugiaToday

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Notizie tragiche che colpiscono al cuore pensando a quei due bambini strappati alla vita dal loro stesso padre. Impossibile però non riflettere sul fatto che questo paese funziona così: i propri cittadini in difficoltà vengono lasciati alla mercè di se stessi, portati all'esasperazione da procedure burocratiche assurde ed inadeguate, requisiti ridicoli (che sembrano avvantaggiare i disonesti), lungaggini procedurali e tempistiche inadatte a chi ha bisogno di aiuto subito. Troppe porte chiuse e gente che allarga le braccia dicendo che non può farci nulla, dinnanzi a chi chiede poco: aiuto per sopravvivere decentemente. Esiste un esercito di 50enni in questo paese che è in situazioni simili a questo signore. Molti sopravvivono con 2 soldi messi via (ma che prima o poi finiranno) oppure grazie all'aiuto di figli e parenti, mentre lo stato LATITA a 360°. Chi ha la caparbietà di non perdersi d'animo ed insiste a chiedere aiuto, arriva ad avere elemosine da 300 euro al mese.. quando va bene! E mi chiedo come, secondo lor signori, ci fa a campare una persona con quei due soldi?! Di contro, però, si elargiscono MILIARDI di Euro per degli sconosciuto, perlopiù illegalmente entrati nel ns. paese, a cui inoltre si offre GRATUITAMENTE vitto, alloggio e pure dei soldi. E stranamente per questi individui si trovano non solo risorse economiche infinite, ma pure strutture ed enti pronti a gestirli. Mentre quando è un Italiano a chiederlo il ritornello è sempre: non ci sono soldi, non ci sono posti, non ci posso fare niente. E' una lotta tra poveri, certo, ma il problema è che qualcuno - SEMPRE I SOLITI - lucra dietro questo business dell'accoglienza. A loro dico: visto che avete la faccia come il ϲulο, almeno lucrate aiutando gli italiani, ϲаzzο.

    • Condivido in pieno, fanno entrare cani e porci in nome del paese civile e nn si preoccupano minimamente dei PROPRI cittadini.

Notizie di oggi

  • Politica

    Radicali, ultima battaglia per Pannella: "In piazza per la cannabis libera"

  • Politica

    Parlamentari trasformisti, tra deputati e senatori è record di cambio casacche

  • Politica

    Vertice europeo senza l'Italia, l'ira di Renzi: "Se qualcuno pensa d'intimorirci sbaglia"

  • Cronaca

    Roma, crolla palazzina di quattro piani: residenti evacuati dopo le prime crepe

I più letti della settimana

  • Terremoto in Calabria, paura a Vibo Valentia: scuole evacuate, gente in strada

  • Brescia, il carcere a luci rosse: sesso tra detenuti e poliziotte

  • Roncadelle, il nuovo Ikea Center preso d'assalto dai clienti

  • Spaventoso incidente sull'A14: tir si ribalta e invade la corsia opposta

  • Terremoto, ancora scosse nel centro Italia: la più forte di magnitudo 3.5

  • Detenuto suicida in carcere a Lucca: "La situazione è allarmante"

Torna su
Today è in caricamento