Attenti, finanzieri! Boa e pitoni difendono i documenti contabili

Controllo fiscale con sorpresa per la Guardia di finanza bellunese: i grossi rettili "difendevano" la documentazione contabile di un'azienda

BELLUNO - Diverse teche contenenti ben 14 esemplari di boa e pitoni, di cui 12 non regolarmente detenuti, facevano da guardia ai documenti contabili di un'azienda di Valbelluna, operante nel settore dei metalli. Stupìti, ma non poteva essere altrimenti, gli agenti delle fiamme gialle: basti pensare che alcuni degli esemplari erano lunghi tre metri. All'imprenditore sarà comminata una sanzione amministrativa da 300 a 1200 euro.

In un locale adibito ad archivio e magazzino, vicino agli scaffali della documentazione fiscale dell'azienda, i militari hanno trovato numerose teche in vetro contenenti splendidi esemplari di boa constrictor imperator, alcuni dei quali di circa tre metri, e un pitone reale.

Ben dodici dei rettili scoperti, pur apparendo in buono stato di mantenimento, non sono risultati regolarmente denunciati al competente Servizio di Certificazione Cites del Corpo Forestale dello Stato, essendo nati in cattività da altri esemplari regolarmente detenuti.

Agli accertamenti delle Fiamme Gialle ha collaborato personale del Corpo Forestale dello Stato di Belluno, intervenuto sul posto su richiesta dei finanzieri, con l'ausilio di un erpetologo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buoni fruttiferi postali, il "brutto pasticcio" sui rimborsi

  • Bollette luce e gas, buona notizia per metà degli italiani

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 13 febbraio 2020: centrato un 5+1 da mezzo milione

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 18 febbraio 2020

  • C'è posta per te, Maria De Filippi perde la pazienza: "Non ce la posso fa"

Torna su
Today è in caricamento