Napoli, la pizzeria Sorbillo riapre dopo la bomba

Il titolare del celebre locale situato nel centro storico della città partenopea ha pubblicato un lungo post su Facebook: "Nonostante la cattiveria trovo la forza di rialzarmi"

Gino Sorbillo nella foto pubblicata su Facebook

Lunedì 21 gennaio sarà il giorno della riapertura per la storica pizzeria Sorbilllo di Napoli, danneggiata nella notte tra martedì e mercoledì da una bomba. La conferma arriva dal titolare Gino Sorbillo che in un post su Facebook di sabato 19 gennaio ha scritto:  "In meno di 48 ore riapro".

"Nonostante le cattiverie, la gelosia e la violenza ancora una volta trovo la forza di rialzarmi per dare un segnale forte a tutto il settore commerciale e sociale di forza e determinazione - sottolinea -. Non mi piango addosso, sono demoralizzato e perplesso, ma non perdo la fiducia verso le istituzioni e le forze dell'ordine che amo".

"È stata questa un'altra esperienza di vita, forse avete un po' bisogno di me, attraverso me trovate la forza e lo stimolo", ma "vi confido che anche io ho bisogno di voi..." invitando tutti a restare "uniti" per fare "rete" e "denunciare". "Solo così possiamo farcela" conclude. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ieri l'incontro con il ministro dell'Interno Matteo Salvini che ha promesso di andarlo a trovare alla riapertura. "Ha energia e coraggio" ha detto il vicepremier, parlando di Gino Sorbillo, sottolineando come svolga "un ruolo non solo economico ma anche sociale". La conferma della riapertura della pizzeria è arrivata anche da Salvatore Sorbillo, padre del titolare, che durante la manifestazione tenutasi a Napoli ha rivelato il giorno della riapertura: lunedì 21 gennaio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Heather Parisi: "La seconda quarantena a Hong Kong? Ecco come stanno davvero le cose"

  • La testimonianza di Heather Parisi dalla Cina: "Oggi possiamo uscire, ma vietati tavoli al bar"

  • Coronavirus, l'appello disperato di Linda da Londra: "Ci lasciano morire soli a casa come animali"

  • Amedeo Minghi ricoverato: "Avervi accanto è importante" (VIDEO)

  • Coronavirus, Renga: "Nella mia Brescia una tragedia, i nonni non ci sono più"

  • Coronavirus, anziani restano senza acqua: la figlia chiama il 112 dalla Germania

Torna su
Today è in caricamento