Prende il numero alle Poste e aspetta il suo turno per commettere una rapina

Allo sportello la cassiera si è vista puntare la canna della pistola

Prima ha preso il numero alle Poste, poi fingendo di essere un normale "cliente" ha fatto la fila e quindi ha commesso una rapina. E' successo a Roma, nel quartiere Monteverde. A colpire - come racconta RomaToday - è stato un 60enne, con guanti in lattice e una busta in cellophane. Allo sportello la dipendente delle Poste, anziché ricevere uno dei soliti clienti, si è vista puntare la canna della pistola che l'uomo custodiva nella busta, accompagnata dalla richiesta dell'intero incasso. 

La donna, pur impietrita dalla paura, ha spiegato di non avere denaro disponibile al rapinatore che continuando a minacciarla, urlava di essere disperato. Le urla della cassiera per attirare l’attenzione hanno finito per mettere in fuga il maldestro malvivente. Da quel momento sono iniziate le indagini condotte dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato Monteverde che, visionando le immagini acquisite dalle telecamere a circuito chiuso, hanno notato l'andatura e alcune caratteristiche fisiche, riconoscendo un uomo con diversi precedenti di polizia e noto alle forze dell’ordine.

Dalle dichiarazioni rese da dipendenti dell'ufficio, è poi emerso che lo stesso, vestito allo stesso modo, aveva già provato il colpo qualche giorno prima, ma probabilmente aveva desistito perché sentitosi osservato. La denuncia per tentata rapina è stata infine formalizzata, e la cassiera ha riconosciuto senza ombra di dubbio il 60enne.