Selfie ridendo con il gatto morto, ragazzo 'condannato' ai lavori sociali

Succede in provincia di Brescia: la foto ha indignato il web. Ma la denuncia per maltrattamenti non è mai partita, per mancanza di prove. Ora il giovane dovrà svolgere 12 ore di lavori socialmente utili

BRESCIA - Una vicenda che ha fatto impazzire gli abitanti di Castegnato, in provincia di Brescia. Tutto è partito da un macabro selfie, scattato da un giovane con due amici: sorridono in compagnia di un gattino morto. Lo scatto ha fatto il giro del web, indignando tanti utenti che hanno commentato il post. 

Le condivisioni non sono mancate e hanno aiutato gli agenti della polizia a identificare il ragazzo, che ha respinto tutte le accuse di maltrattamento. La denuncia non è partita per mancanza di prove. In compenso è intervenuto il sindaco di Castegnato, Gianluca Cominassi, che ha "condannato" il giovane a svolgere 12 ore di lavori socialmente utili. Il selfie sarebbe stato scattato in Tunisia, ma a causare la morte del micio non sarebbero stati i tre giovani. (da BresciaToday)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A 12 anni va in ospedale per il mal di pancia: scoprono che è incinta di sette mesi

  • Enzo Iacchetti sul rapporto con Ezio Greggio: "Tra noi un tacito accordo di buona convivenza"

  • Oroscopo Paolo Fox, le previsioni della settimana dal 20 al 26 gennaio 2020

  • Aumenti in busta paga da luglio 2020: chi può sorridere per il bonus "pieno" di 100 euro

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Roberta Girotto, mamma scomparsa: ritrovato il suo corpo nel fiume

Torna su
Today è in caricamento