Il pompiere eroe morto nell'esplosione sulla Salaria si era fermato per aiutare i colleghi

Alla tragedia se ne aggiunge un'altra: il fratello, sovrintendente della polizia, ha accompagnato sul luogo dell'esplosione il questore di Rieti Antonio Mannoni, di cui è autista, e così ha scoperto la morte di Stefano

Stefano Colasanti, Foto USB

È Stefano Colasanti il vigile del fuoco che ha perso la vita nell'esplosione avvenuta al distributore Ip sulla Salaria, nei pressi di Borgo Quinzio, vicino a Fara Sabina. Stefano, 50 anni, Vigile del fuoco dal 1997, lascia una figlia. Un passato da rappresentante della Uil, era allenatore del Cittaducale Calcio a 5 Femminile.

Stefano Colasanti non era direttamente impegnato nei soccorsi, non era nella squadra di soccorso intervenuta, era a lavoro ma stava trasferendo un mezzo in manutenzione: quando è passato davanti al distributore e ha visto la situazione, le fiamme che avevano iniziato a propagarsi, per spirito di servizio si è fermato per aiutare i colleghi intervenuti da Poggio Mirteto.

Ma l'esplosione dell'autocisterna carica di gpl lo ha investito ed è deceduto. E alla tragedia se ne aggiunge un'altra: il fratello, sovrintendente della polizia, ha accompagnato sul luogo dell'esplosione il questore di Rieti Antonio Mannoni, di cui è autista, e così ha scoperto la morte di Stefano.

L'esplosione al distributore sulla Salaria a Borgo Quinzio

esplosione salaria-2

Secondo i carabinieri del nucleo Investigativo di Rieti, che stanno lavorando per ricostruire la dinamica dei fatti, tutto sarebbe iniziato con un principio di incendio che ha coinvolto l'autocisterna durante le operazioni di carico e scarico di carburante.

Prima ancora che si iniziassero l'operazione di spegnimento dell'incendio, c'è stata l'esplosione, intorno alle 15, che ha sbalzato la cisterna dal distributore su una seconda strada parallela alla Salaria. Il mezzo è finito così contro altri dueveicoli e proprio in questo secondo punto è stato trovato il cadavere della seconda vittima, che sarebbe un civile.

Esplosione sulla Salaria: il bilancio 

Il bilancio - come confermato dall'assessore alla Sanità Alessio D’Amato - è di 17 feriti e 2 deceduti. I feriti hanno riportato ustioni e traumi da scoppio (fratture e contusioni) e sono stati trasportati presso gli ospedali: Sant’Andrea, il Sant’Eugenio, il Gemelli, l’ospedale di Monterotondo e il De Lellis di Rieti. Al momento al Sant’Eugenio si trovano ricoverati 6 codici rossi.

esplosione salaria usb-2

Il tributo più pesante lo hanno pagato i vigili del fuoco: sette di loro, cinque del distaccamento di Rieti Poggio Mirteto e due del distaccamento di Roma Montelibretti, sono stati travolti da una violentissima esplosione che ha scagliato l’autobotte a decine di metri di distanza, così come l’autocisterna all’origine della tragedia.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

  • I rimedi per liberarsi dei ragnetti rossi

  • Come fare la valigia perfetta

  • Estate e intossicazioni alimentari: quali sono i cibi a cui fare attenzione e i consigli per mangiare in sicurezza

  • Vuoi rinnovare casa? Ecco i consigli per darle un nuovo look spendendo poco

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi sabato 24 agosto 2019: numeri vincenti

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi martedì 20 agosto 2019: numeri vincenti

  • Reddito di cittadinanza, scatta il "controllo del 5 per cento": che cosa succederà

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi giovedì 22 agosto 2019: numeri vincenti

  • Calendario MotoGp 2019 | Data e orario di tutte le gare: dove vedere diretta e differita (Sky e Tv8)

  • Temptation Island Vip 2019: data, coppie, conduttore e tutte le anticipazioni

Torna su
Today è in caricamento