Faceva controlli anti sciacallaggio tra i terremotati, poliziotto vicentino muore ad Ascoli

Santo Megna, 59enne sovrintendente Capo della Polizia di Stato di Vicenza, si è sentito male mentre era alla guida di una vettura ed è andato a sbattere contro un'auto in sosta. Era in servizio nelle zone terremotate ad Ascoli Piceno

Un agente della Polizia di Stato in servizio nelle unità anti sciacallaggio nelle zone terremotate è morto ad Ascoli Piceno per una crisi cardiaca, poco dopo essere uscito di strada con la sua auto. Il Sovrintendente Capo della Polizia di Stato Santo Megna 59 anni, di Vicenza, si è sentito male mentre era alla guida di una vettura ed è andato a sbattere contro un'auto in sosta.

Subito gravi sono parse le sue condizioni ai sanitari del 118. Subito soccorso da un'ambulanza del 118, il poliziotto è morto poco dopo nell'Ospedale “Mazzoni” di Ascoli.

Il ministro dell'Interno Marco Minniti e il Capo della Polizia Franco Gabrielli, appresa la notizia, "esprimono cordoglio e sentimenti di vicinanza alla famiglia in questo momento di tristezza e dolore".