"Domani mi laureo", ma non era vero: studente suicida sotto al treno

A.D., 22 anni, di Badia Polesine (Rovigo) si è suicidato gettandosi sotto un treno alla stazione di Rovigo. Aveva detto a parenti e amici che la laurea in Ingegneria all'università di Ferrara era ormai a un passo

Foto di repertorio

A.D., 22 anni, di Badia Polesine (Rovigo) aveva mentito per anni a tutti. Aveva detto a parenti e amici che la laurea in Ingegneria all'università di Ferrara era ormai a un passo. I genitori gli avevano preparato una bella festa.

Si è suicidato gettandosi sotto un treno alla stazione di Rovigo. Varie persone lo hanno visto aggirarsi sui binari nei minuti precedenti. Alle 21 il Frecciarossa partito da Napoli e diretto a Venezia lo ha investito e ucciso sul colpo.

Era un ragazzo tranquillo, amava stare in compagnia e giocare a tennis. Dopo il liceo scientifico nel 2013 si era iscritto alla facoltà di Ingegneria a Ferrara ma il percorso di studi non stava procedendo come lui raccontava in famiglia.

"Nostro figlio non era depresso. Proprio oggi avrebbe dovuto sostenere la discussione della sua tesi di laurea in Ingegneria": hanno detto i genitori sconvolti alla Polfer. Una telefonata in università ha rivelato una realtà differente. Il giovane non ha lasciato nessun biglietto d'addio.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...