Chirurgo muore di meningite, la famiglia dona il suo cuore per salvare un bambino

Vincenzo Di Stazio è stato stroncato da una meningoencefalite

Immagine di repertorio Ansa

Un medico di 40 anni, Vincenzo Di Stazio, è morto dopo aver contratto una meningoencefalite. La famiglia ha deciso di donare gli organi e il suo cuore ora salverà la vita di un bambino

Di Stazio lavorava come chirurgo in una clinica a Acerra (Napoli), dove era arrivato dopo che le sue condizioni avevano iniziato a destare preoccupazione. Quando la situazione è peggiorata, ne è stato disposto il trasferimento la notte di Capodanno all'ospedale del Mare e poi da lì, una volta capito che si trattava di una malattia infettiva, al Cotugno, dove è arrivata la diagnosi. Ma per il chirurgo non c'è stato niente da fare.

I funerali del medico si terranno oggi pomeriggio a Grumo Nevano. 

Tanti i messaggi sui social di affetto e ricordo per Di Stazio, da tutti descritto come un professionista esemplare e dalle grandi doti umane. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buoni fruttiferi postali, il "brutto pasticcio" sui rimborsi

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 20 febbraio 2020

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 18 febbraio 2020

  • C'è posta per te, Maria De Filippi perde la pazienza: "Non ce la posso fa"

  • Heather Parisi: "La mia vita in Cina nell'inferno del Coronavirus. Qui si lavora da casa, i prodotti sono razionati"

Torna su
Today è in caricamento