Violentava la moglie e la minacciava di morte per costringerla ad avere rapporti: arrestato

Le indagini hanno appurato che gli abusi erano andati avanti per mesi

Costringeva la moglie ad avere rapporti sessuali e spesso e volentieri per farlo arrivava a minacciarla di morte. L'uomo, un quarantenne di nazionalità marocchina e già detenuto, è stato arrestato con l'accusa di violenza sessuale. La Sezione "Reati contro la persona, in danno di minori e sessuali" della locale Squadra Mobile – in seguito alle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria diretta dal Procuratore Giovanni Bombardieri - ieri ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Valentina Fabiani nei confronti dell'uomo.

Un incubo durato mesi

Il provvedimento restrittivo - scaturito dalle indagini coordinate dal Procuratore Aggiunto Gerardo Dominijanni e dal Sostituto Procuratore Marco Lojodice - ha consentito di porre termine agli abusi commessi negli ultimi mesi, in maniera abituale, dall'uomo.

Dalle indagini si è scoperto che l'uomo, ripetutamente, aveva costretto la moglie ad avere rapporti sessuali non consenzienti, utilizzando violenza fisica e arrivando anche a minacciarla di morte. I riscontri emersi dall'attività investigativa hanno consentito di ottenere dal gip del Tribunale di Reggio Calabria, a seguito di richiesta avanzata dalla Procura della Repubblica, la misura della custodia cautelare in carcere a carico dell'uomo, eseguita nella giornata di ieri, 7 ottobre, dagli operatori della Squadra Mobile della Questura di Reggio Calabria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In arrivo una lettera dell'agenzia delle entrate per 700mila italiani

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Ora solare 2019, quando scatta il cambio: il tempo stringe

  • Salvini-Renzi, "polveri bagnate" e poche sorprese nel confronto tv: chi ha vinto

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 17 ottobre 2019: i numeri vincenti

  • Il concorso per lavorare in Senato (e non serve la laurea): posti disponibili e requisiti 

Torna su
Today è in caricamento