Basilicata, creati 700 posti di lavoro con l'accoglienza dei migranti

Si tratta di lavoratori lucani, in particolare giovani, impegnati come mediatori culturali, interpreti, assistenti socio sanitari, insegnanti e addetti ai vari settori che provvedono ai servizi di soggiorno, cura e inclusione. Questo significa che i flussi in entrata di migranti oltre ad accogliere creano occupazione stabile. In due anni sono stati assunti nel settore la metà dei lavoratori reclutati nello stesso periodo dalla Fiat Sata di Melfi