Pestato da baby gang a Napoli, ragazzo di 15 anni perde la milza: "Assurda violenza"

Gaetano, residente a Melito, è stato aggredito e picchiato da un gruppo di una quindicina di giovanissimi. I media locali sottolineano l'indifferenza generale dei passanti

Nuovo pestaggio stile "Arancia meccanica" a Napoli, vicino alla stazione metro Chiaiano: un 15enne aggredito da una baby-gang perde la milza.

Gaetano, un ragazzo di 15 anni residente a Melito, è stato aggredito e picchiato da un gruppo di una quindicina di giovanissimi. I media locali sottolineano l'indifferenza generale dei passanti, che non hanno risposto alle richieste d'aiuto del giovane.

La vittima era in compagnia di due cugini quando è scattata la violenza. Portato in ospedale dallo zio, ha riportato lesioni alla milza ed è stato sottoposto a un intervento chirurgico per rimuovere l'organo. Il decorso post-operatorio è regolare. La prognosi è riservata, ma i medici sono ottimisti e il ragazzino è vigile.

Sull'episodio, gravissimo, indaga la polizia di Giugliano, che sta analizzando le immagini riprese dalle videocamere di sorveglianza.

Il questore Antonio De Iesu, a poche settimane dal caso simile di via Foria, condanna il gesto. “Assurda e immotivata violenza aggressiva di un branco”, le sue parole, assicura indagini lampo (“si stanno estrapolando immagini e ricostruendo i fatti”), ma soprattutto lamenta l'omertà della cittadinanza: "Nessuno ci ha chiamato".

La notizia su NapoliToday

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • E cosa si doveva fare? Se lo aiuti e dai magari uno spintone a chi lo aggredisce vieni denunciato a tua volta... sono spiacente ma è la legge che va cambiata i cittadini si comportano di conseguenza

    • Più che altro menefreghismo, nel tuo caso e non solo.

Notizie di oggi

  • Politica

    Accordo Pd-5 Stelle, cosa dicono i numeri

  • Politica

    Di Maio soffoca il dissenso dei 5 stelle e propone al PD di "cancellare" Berlusconi

  • Cronaca

    Licenziata perché incinta, esplode la rabbia: "Essere in gravidanza non è un reato"

  • Economia

    In Europa la ripresa rallenta, Draghi salva l'Italia: "Continua l'acquisto dei titoli di Stato"

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2018, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Bollo auto, c'è la svolta: esenzione per tre anni (ma non per tutti)

  • "Cerchiamo personale, si arriva a 1800 euro di stipendio: non troviamo nessuno"

  • Lotto, puntata folle (da 50 euro): giocatore fa terno e sbanca

  • In pensione a 61 anni e 7 mesi, il tempo sta per scadere: chi ha diritto al beneficio

  • Amici, Heather Parisi: "Qualcuno fermi questo gioco al massacro prima della tragedia"

Torna su
Today è in caricamento