Brutale aggressione in stazione: scende dalle scale e stende due donne senza motivo

L'episodio è avvenuto a Lecco. Arrestato un 24enne: sarà sottoposto a perizia psichiatrica. Fratelli d'Italia va all'attacco: "Famiglie in perenne stato di paura per la presenza di bande di stranieri"

Un frame del video

Un'aggressione assurda, brutale e finora senza alcuna spiegazione quella avvenuta lunedì scorso nel sottopassaggio della stazione di Lecco. A farne le spese sono stati due semplici passanti, spintonate in malo modo da un 24enne del Togo. L’uomo, poi arrestato e sottoposto a perizia psichiatrica, se l'è presa prima con una ragazza di 18 anni che stava salendo le scale, poi con una 55enne che stava percorrendo il corridoio.

Una spinta violentissima e la donna cade a terra. Immagini a cui si farebbe fatica a credere se le telecamere di videosorveglianza non avessero immortalato la scena (video in basso).  

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Aggressione in stazione a Lecco, ai domiciliari un 24enne

Il 24enne è stato arrestato dagli agenti della Polfer. L'arresto è stato convalidato dal presidente del tribunale penale Enrico Massimo Manzi che ha disposto gli arresti domiciliari, aggiornando l’udienza al 20 settembre per conferire l’incarico di consulente tecnico al dottor Giuseppe Giunta, specialista in psichiatria di Lecco. A quanto si è appreso il giovane, disoccupato, abita a Lecco insieme alla madre e alla sorella.

"In stazione vere e proprie bande di stranieri irregolari"

Il centrodestra è andato subito all’attacco dell’amministrazione. Fratelli d’Italia ha proposto la creazione di non meglio precisati "comitati per la sicurezza" segnalando "la presenza di vere e proprie bande di stranieri irregolari che stazionano presso lo scalo ferroviario e in molti dei parchi cittadini, crea un disagio alle famiglie lecchesi, magari con bambini piccoli, che si trovano in perenne stato di agitazione e di paura".

Per Filippo Boscagli, eletto in consiglio con Ncd, "non è pensabile che esista una zona franca in un capoluogo, e non è tollerabile il persistere di questi episodi". Lo scorso maggio Boscagli aveva pubblicato la foto di una tenda ‘piantata’ nel sottopasso della stazione, denunciando la presenza di spacciatori in un luogo diventato a suo dire “simbolo di troppi problemi della città". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In arrivo una lettera dell'agenzia delle entrate per 700mila italiani

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Salvini-Renzi, "polveri bagnate" e poche sorprese nel confronto tv: chi ha vinto

  • Ora solare 2019, quando scatta il cambio: il tempo stringe

  • Sciopero dei benzinai: per due giorni "senza" stazioni di servizio

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 17 ottobre 2019: i numeri vincenti

Torna su
Today è in caricamento