Genitori di Renzi ai domiciliari: Tiziano e Laura Bovoli accusati di bancarotta fraudolenta

I reati contestati a Tiziano Renzi e Laura Bovoli sono bancarotta fraudolenta e false fatturazioni. L'ex premier commenta: "Se io non avessi fatto politica, la mia famiglia non sarebbe stata sommersa dal fango". Il legale: "Mai vista una cosa del genere"

Tiziano Renzi con la moglie Laura Bovoli, in una immagine del 21 ottobre 2017 a Firenze. ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI

Arresti domiciliari per i genitori di Matteo Renzi. A quanto si apprende, sono "bancarotta fraudolenta ed emissione e utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti" i reati contestati al padre e alla madre dell'ex premier, Tiziano Renzi e Laura Bovoli.

Genitori di Matteo Renzi agli arresti domiciliari: di cosa sono accusati

I genitori del senatore del Pd sono finiti ai domiciliari in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Firenze ed eseguita dalla Guardia di Finanza del capoluogo toscano. Ai domiciliari anche un imprenditore di Campo Ligure, in provincia di Genova. I tre sono stati nel tempo amministratori di fatto di tre società, due delle quali dichiarate fallite. Le ipotesi di reato contestate riguarderebbero da un lato l'emissione, tra il 2013 e il 2018, di fatture per operazioni inesistenti all'interno di una delle cooperative e, dall'altro, un'ipotesi di bancarotta fraudolenta che sarebbe stata commessa per le due altre società tra il 2010 e il 2013.

Perché i genitori di Matteo Renzi sono agli arresti domiciliari

I genitori dell'ex premier Matteo Renzi sarebbero accusati, assieme a un terzo soggetto, di aver provocato "dolosamente" il fallimento di tre cooperative dopo averne svuotato le casse. Con i genitori dell'ex premier sono indagate altre cinque persone. Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, la svolta nelle indagini era arrivata nell'autunno 2018 grazie all'esame della documentazione acquisita una società di famiglia già finita sotto inchiesta. Nel mirino erano finite tre cooperative. Due di esse furono perquisite nei mesi scorsi e il materiale sequestrato (libri contabili, fatture, contratti) avrebbe corroborato l'ipotesi accusatoria convincendo i magistrati a chiedere l’arresto dei coniugi Renzi per il timore di inquinamento delle prove, ma anche per la reiterazione del reato.

Dopo la notizia l'ex premier ha annullato l'impegno pubblico per la presentazione del suo nuovo libro a Nichelino e ha fatto rientro a Firenze. Sulla vicenda è intervenuto anche il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, affermando che "non c'è niente da festeggiare""Credo che Renzi umanamente sia molto addolorato e che pensi che se lui non avesse fatto politica questo non sarebbe accaduto", ha detto Silvio Berlusconi a Quarta Repubblica parlando dell'arresto ai domiciliari dei genitori di Matteo Renzi.

Il legale dei genitori di Renzi: "Mai vista una cosa del genere"

"Mai vista una cosa del genere: arresti domiciliari a due persone prossime ai 70 anni per fatti asseritamente commessi al più tardi nel 2012". Così l'avvocato Federico Bagattini, legale dei genitori dell'ex presidente del Consiglio. "Ci riserviamo ogni valutazione sul merito alla lettura completa delle carte", conclude.

Genitori di Renzi ai domiciliari: il commento dell'ex premier

Questo il commento dell'ex premier Matteo Renzi in un post su Facebook: "Sono costretto ad annullare la presentazione del libro a Torino per una grave vicenda personale. Da circa un’ora mio padre e mia madre sono ai domiciliari. Ho molta fiducia nella giustizia italiana e penso che tutti i cittadini siano uguali davanti alla Legge. Dunque sono impaziente di assistere al processo. Perché chi ha letto le carte mi garantisce di non aver mai visto un provvedimento così assurdo e sproporzionato. Mai. Adesso chi crede nella giustizia aspetta le sentenze. Io credo nella giustizia italiana e lo dico oggi, con rispetto profondo, da servitore dello stato. Arriveranno le sentenze e vedremo se questi due cittadini settantenni, incensurati, sono davvero i pericolosi criminali che meritano - oggi, casualmente proprio oggi - questo provvedimento. Arriveranno le sentenze e misureremo la credibilità delle accuse. Arriveranno le sentenze e vedremo chi è colpevole e chi no. Da rappresentante delle Istituzioni difendo lo Stato di diritto e chiedo a tutti di credere nella giustizia".

L'ex presidente del Consiglio continua: "Da figlio sono dispiaciuto per aver costretto la mia famiglia e le persone che mi hanno messo al mondo a vivere questa umiliazione immeritata e ingiustificata. Se io non avessi fatto politica, la mia famiglia non sarebbe stata sommersa dal fango. Se io non avessi cercato di cambiare questo paese i miei oggi sarebbero tranquillamente in pensione. Dunque mi sento responsabile per il dolore dei miei genitori, dei miei fratelli, dei miei figli e dei miei nipoti. I dieci nipoti sanno però chi sono i loro nonni. Sanno che possono fidarsi di loro. E sanno che ciò che sta avvenendo è profondamente ingiusto. Ma voglio che sia chiaro a tutti che io non mollo di un solo centimetro. La politica non è un vezzo personale ma un dovere morale. Se qualcuno pensa che si possa utilizzare la strategia giudiziaria per eliminare un avversario dalla competizione politica sappia che sta sbagliando persona. Non ho mai avuto così tanta voglia come stasera di combattere per un Paese diverso e per una giustizia giusta. Chi ha letto le carte dice che di questa storia si parlerà a lungo e che siamo davanti a una decisione assurda. Io non ho letto le carte, aspetto le sentenze. So però ciò che hanno fatto in questi anni alla mia famiglia. E mi basta per dire che non accetteremo nessun processo nelle piazze o sul web. I miei genitori si difenderanno in aula, come tutti i cittadini. Io continuerò a combattere per questo Paese, forte della mia onestà. Forte delle mie idee. Forte dell’affetto di tanta gente che sa perfettamente che cosa sta accadendo".


 

Potrebbe interessarti

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Quando lo zenzero fa male

  • Formiche, i metodi naturali per allontanarle da casa

  • Tonno, come riconoscere quello di qualità (e quanto mangiarne)

I più letti della settimana

  • Saldi estivi 2019, tutte le date regione per regione: il calendario completo

  • Tina Cipollari pazza d'amore, regalo super lusso per i 50 anni di Vincenzo Ferrara (FOTO)

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di giovedì 20 giugno 2019

  • Temptation Island 2019: puntate, anticipazioni e coppie

  • Autostrade, rivoluzione pedaggi al via: che cosa cambia con il nuovo sistema

  • Incidente tra auto e camion: morti tre amici, tutti giovanissimi

Torna su
Today è in caricamento