Fine della fuga, arrestato l'uomo che ha cercato di dare fuoco all'ex moglie

E' stato arrestato a Reggio Calabria Ciro Russo, il 42enne che ha cercato di dare fuoco alla ex moglie, Maria Antonietta Rositani: le condizioni della donna sono molto gravi

Foto: repertorio

La fuga è finita. E' stato arrestato a Reggio Calabria Ciro Russo, il 42enne che martedì mattina ha cercato di dare fuoco alla ex moglie, Maria Antonietta Rositani, lanciandole addosso del liquido infiammabile mentre si trovava a bordo della propria autovettura. La donna è ricoverata con gravi ustioni su tutto il corpo al Policlinico di Bari, dove è stata trasportata d'urgenza da un aereo dell'Aeronautica Militare decollato dall'aeroporto di Lamezia Terme.

Dà fuoco all'auto con dentro la moglie, arrestato Ciro Russo

Dopo 36 ore di ricerche a tappeto in tutta la città, Ciro Russo, accusato di tentato omicidio aggravato, è stato fermato nei pressi di una pizzeria del centro dopo un'intensa attività di ricerca coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria diretta dal Procuratore Giovanni Bombardieri, con gli investigatori della Squadra Mobile reggina e il Servizio Centrale Operativo di Roma. Nei confronti dell'uomo è stato emesso un provvedimento di fermo d'indiziato di delitto, disposto dal procuratore Giovanni Bombardieri, dal procuratore aggiunto Gerardo Dominijanni e dal sostituto procuratore Paola D'Ambrosio, per tentato omicidio aggravato.

Nelle ore precedenti l’auto era stata ritrovata in pieno centro e l’uomo aveva continuato la fuga probabilmente a piedi. "Non ha avuto il tempo o la possibilità di tentare di fuggire o di reagire – dice ai giornali locali il capo della Squadra Mobile di Reggio Calabria, Francesco Rattà – i nostri uomini gli sono piombati addosso senza che avesse tempo o modo di muoversi o di abbozzare una reazione". 

L'uomo era evaso dagli arresti domiciliari a Ercolano, ottenuti nel maggio dello scorso anno, dopo un periodo in carcere disposto il 20 gennaio 2018 con provvedimento del Gip di Reggio Calabria a conclusione di indagini condotte dalle squadra mobile reggina per maltrattamenti in famiglia.

Dà fuoco all'auto con dentro l'ex moglie davanti a un liceo

Le condizioni di Maria Antonietta Rositani

Sono molto gravi le condizioni di Maria Antonietta Rositani: "La paziente è in prognosi riservata. Ha ustioni su oltre il 50% del corpo, sono ustioni profonde al viso e agli arti in particolare, e ha difficoltà a respirare", ha riferito ieri nel corso di una trasmissione di RaiTre Giuseppe Giudice, direttore Centro Grandi Ustioni del Policlinico di Bari: "È vigile e le condizioni sono stabili, ha già chiesto di denunciare l'accaduto alla Procura della Repubblica".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Molto bene! Speriamo che questa donna possa riprendersi quanto prima....per lui, si spera passi dei bei quarti d'ora.... ' strano ' che stufo non commenti, visto che si tratta di un italiano..

    • .. Rychoglyone, per me non dovrebbero esistere articoli di cronaca nera da commentare diversamente che con un "bravi, ben fatto!" rivolto a forze dell'ordine e magistratura, perché ogni reato è inammissibile e di conseguenza va punito, anche se l'ef@#?*%$cia delle attuali normative andrebbe rivista.... commentare in particolar modo tutti i reati commessi da stranieri è però ovviamente motivato non solo da quanto vale a prescindere per i reati in sé, quanto anche perché non è appropriato punire con le nostre leggi gente che viene qua proprio per quel motivo, e soprattutto non esiste motivo logico per prenderci in casa la feccia a te tanto cara:quindi, si caccino fuori tutti i tuoi amichetti, e ci si dedichi quindi con tutte le risorse disponibili(già insufficienti...) a prevenire e nel caso punire i reati commessi da italiani... quante parole sprecate, per analfabeti del tuo calibro incapaci di leggere... come sta tuo papà? È sempre carabiniere o questa settimana è astronauta?

      • Di cui detieni/deterrai, impeccabilmente ed ineguagliabilmente, titolo/i meritorio/i per riconoscimento/i Nazionale, in quanto ad analfabeta sei/sarai capofila indiscusso, nemmeno impegnandosi, nessuno potrà privarti del titolo che ti spetta per benemerenza. Mio padre, molto bene, grazie! Mancanza di coraggio...eh...? Coscienza sporca.....eh...? Qualcosa da nascondere....eh...?

    • Se non si parla di immigrati, va tutto bene ahahahah

      • Ahahahaha,di nuovo un commento scritto a casaccio senza il benché minimo senso né fondamento, tra compari della redazione, probabilmente...

        • Vai direttamente di persona in Redazione a veri@#?*%$re....mancanza di coraggio...eh....?

Notizie di oggi

  • Elezioni europee 2019

    Una settimana al voto: cosa succede nell'Europarlamento in caso di Brexit

  • Politica

    Decreto sicurezza bis e diritti umani, Salvini all'Onu: "Fa ridere, è da scherzi a parte"

  • Economia

    Reddito di cittadinanza, cambia (quasi) tutto: cosa si potrà acquistare

  • Attualità

    Meloni contro Saviano: "Ha sputtanato la città di Napoli e se ne è andato"

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Meteo, ecco il caldo (e sarà rovente): c'è la data

  • Era scomparsa da due mesi: trovata morta nel bagagliaio dell'auto

  • Matrimonio Pamela Prati, Georgette crolla: "Ho ricostruito il puzzle. Ora ho paura"

  • Meteo, sorpresa "amara": ecco quando arriva finalmente il caldo

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi sabato 18 maggio 2019

Torna su
Today è in caricamento