Roma, gli autisti non si arrendono: "Rifiuteremo gli straordinari anche a Natale, sarà blocco"

Prosegue l'agitazione dei dipendenti Atac: pronto un nuovo rifiuto degli straordinari. "Anche qui è stata intrapresa la strada della privatizzazione, sarà battaglia"

ROMA - Come Genova, più di Genova. La Capitale si prepara a imitare e seguire la città ligure. Il via alla protesta lo ha dato il rifiuto agli straordinari: così gli "autisti autorganizzati" hanno aperto la strada ad una protesta che sta pian piano contagiando Roma e l'Italia intera. 

"Roma come Genova? L'Atac come l'Amt? La strada secondo noi è quella e siamo pronti, come i colleghi genovesi, a bloccare la città". A parlare è Micaela Quintavalle, portavoce degli "autorganizzati", il gruppo che da inizio novembre si è apertamente schierato contro l'azienda e i sindacati.

Per Genova l'ipotesi privatizzazione appare sempre più vicina e "anche se qui a Roma per ora non se parla, sappiamo bene che la strada è quella". Una strada che i sindacati, e i lavoratori, non hanno alcuna intenzione di imboccare. "La loro battaglia è la nostra battaglia - spiega la Quintavalle - Noi, come loro, diciamo no alla privatizzazione che vorrebbe dire la distruzione del servizio pubblico". 

E vorrebbe dire, lo ribadisce più volte la Quintavalle, disagi e problemi per l'utenza. "La protesta degli autorganizzati - il nome sarà "Cambiamenti M40" - è anche e soprattutto a tutela dell'utenza, per un servizio pubblico migliore. Se non avremo risposte concrete sui problemi della categoria - annuncia - ripeteremo sotto Natale la protesta degli straordinari, che da soli valgono il 40% dell'intero servizio Atac. Inoltre ci atterremo con scrupolo al codice della strada: non supereremo i 30 chilometri all'ora e ci atterremo al divieto di sorpasso con striscia continua".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiare, chiarissime, le richieste: "Chiediamo l'assunzione di 1000 autisti: 115 sono già pronti. Da tre anni coprono i turni estivi e da tre anni l'amministrazione li scarica ad ottobre. Il resto si possono assumere tramite un concorso. Stop ai maxi stipendi: è assurdo che i manager viaggino su cifre astronimiche e in periferia l'utenza e gli autisti siano costretti ad andare in giro su mezzi antiquati. Poi cose più elementari: bagni ai capolinea, pagamento degli arretrati e lo sblocco degli scatti dell'anzianità". Finirà come a Genova?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 30 giugno 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 2 luglio 2020

  • Bonus auto da 4000 euro: le ultime novità sul maxi sconto per chi acquista un veicolo

  • Arriva il "bonus nonni" (e parenti): soldi a pioggia per chi accudisce i nipoti, ecco come funziona

  • Coronavirus, l'indice di contagio scende sotto l'1 ma ''l'attenzione resta alta''

  • Rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: esplode focolaio di coronavirus

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento