In fuga uno dei tre fratelli che hanno seminato la morte a Parigi

Tre fratelli sono al centro dell'inchiesta sulla mattanza di Parigi. Uno è morto negli attentati, un altro è in stato di fermo in Belgio e del terzo si sono perse le tracce. Secondo fonti investigative i terroristi erano "esperti e ben addestrati"

Tre fratelli sono al centro dell'inchiesta sugli attentati di Parigi, secondo fonti vicine all'indagine. Uno è morto negli attentati, un altro è in stato di fermo in Belgio e non si sa se abbia partecipato o meno agli assalti e del terzo si sono perse le tracce: potrebbe essere uno dei kamikaze, oppure è in fuga, spiegano le fonti.

L'INCHIESTA - Tra gli autori dei terribili attentati terroristici di venerdì sera a Parigi c'erano due francesi che avevano abitato a Bruxelles - uno nel quartiere di Molenbeek - e che "sono morti" nella capitale francese.

Lo ha annunciato la procura federale belga in un comunicato ufficiale. Sono dunque tre su sette i terroristi cittadini francesi finora identificati. Inoltre, le "due vetture immatricolate in Belgio" ritrovate dagli inquirenti francesi a Parigi sono state noleggiate "a inizio settimana nella regione di Bruxelles", secondo la procura.

Una delle persone che le ha prese a noleggio è "attivamente ricercata", riferisce iTele. Complessivamente, sono sette le persone arrestate in Belgio nel quadro dell'inchiesta. Gli attentati di Parigi hanno finora provocato la morte di almeno 129 persone e il ferimento di altre 350. Lo Stato Islamico ha rivendicato gli attentati, che hanno preso di mira alcuni popolari posti di ritrovo notturni, compresa la sala concerti Bataclan, nonché lo Stade de France dove era in corso l'amichevole Francia-Germania a cui assisteva Francoise Hollande, ristoranti e bar.

I DOCUMENTI ACCANTO AI CORPI DEI KAMIKAZE

Attentati a Parigi (Infophoto) (4)

I sette terroristi - sei dei quali si sono fatti esplodere, l'altro è stato freddato dalla polizia - sono i primi ad aver compiuto attacchi kamikaze in territorio francese e, a differenza di quelli che presero di mira a gennaio la redazione di Charlie Hebdo e il supermercato kosher provocando 17 morti, erano nel complesso sconosciuti ai servizi di Parigi.

La polizia ha identificato con sicurezza uno degli uomini armati che si è fatto saltare in aria alla sala concerti Bataclan, teatro dell'attacco più sanguinoso con 89 morti: si tratta di un 29enne nativo di Parigi, Omar Ismail Mostefai.

CHI ERA IL KAMIKAZE OMAR MOSTEFAI

Attentati a Parigi (Infophoto) (8)

Sei persone a lui vicine - compreso il padre e un fratello 34enne - sono state arrestate dalla polizia. Una fonte vicina all'inchiesta ha spiegato che gli inquirenti stanno perquisendo abitazioni di amici e parenti del terrorista. Di Mostefai, la cui identità è stata accertata estraendo il dna da un dito mozzato nell'attentato, si conosceva la vicinanza all'islam radicale, ma non era mai stato collegato al terrorismo.

ESPERTI E BEN ADDESTRATI - La polizia ha affermato che i terroristi hanno dato l'impressione di essere "esperti e ben addestrati" e si sta indagando se abbiano combattuto in Siria, dove l'Isis ha proclamato un califfato insieme a territori conquistati in Iraq. Una Seat Leon nera usata da alcuni uomini armati è stata inoltre ritrovata a Montreuil, periferia est di Parigi, con all'interno alcune armi, seconda vettura individuata come mezzo usato dal commando terroristico per gli attacchi. La pista belga si rafforza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ARRESTI COLLEGATI A UNA POLO GRIGIA - La polizia ha arrestato diverse persone per legami con gli attentati, una di queste si trovava a quanto sembra nella capitale francese la sera delle stragi. Il ministro della Giustizia, Koen Geens, ha dichiarato che gli arresti sono collegati a una Polo grigia noleggiata in Belgio e ritrovata nei pressi del Bataclan. Gli arresti - la stampa locale parla di tre persone - sono avvenuti nell'ormai famoso quartiere Molenbeek di Bruxelles, finito in diverse inchieste di terrorismo in tutta Europa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Luca Pitteri, ex prof di Amici, ha sposato una allieva del talent (FOTO)

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 30 maggio 2020

  • Bollette, la (bella) sorpresa della fase 2 e questa volta vale per tutti

  • SuperEnalotto, l'estrazione di oggi lunedì 1 giugno 2020

  • Katia e Ascanio 15 anni dopo, ecco l'irresistibile ritratto di famiglia con i figli

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 28 maggio 2020

Torna su
Today è in caricamento