Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Borsellino, l'audio desecretato: "Sono libero di essere ucciso"

 

Nel corso della seduta dell'8 maggio 1984, Paolo Borsellino fu audito dalla Commissione parlamentare antimafia nella sua qualità di giudice istruttore a Palermo. Borsellino affronta anche il tema della sicurezza personale e della gestione dei dispositivi di scorta, evidenziando al riguardo alcune importanti criticità.

Alla data dell'audizione, il dottor Borsellino svolgeva le funzioni di giudice istruttore a Palermo già da nove anni ed era pienamente operativo il cosiddetto "pool antimafia", istituito dal Consigliere Rocco Chinnici (ucciso il 29 luglio 1983). Il momento storico era particolarmente delicato: Tommaso Buscetta era stato da poco arrestato in Brasile (ottobre 1983), ma ancora non era stato estradato; inoltre, dopo gli omicidi, tra gli altri, del dirigente della Squadra Mobile di Palermo Boris Giuliano (21 luglio 1979) e del Consigliere Chinnici, il problema della sicurezza e della protezione dei magistrati e degli operatori della Polizia giudiziaria era drammaticamente avvertito.

Potrebbe Interessarti

  • Senato, la diretta video da Palazzo Madama

  • Così Ilary Blasi si allena in palestra: il suo segreto per restare in forma

  • Un’Università immersa nel verde, tra formazione d'eccellenza, vita e svago

  • Crisi di governo, Salvini a Conte: "Questa è una balla"

Torna su
Today è in caricamento