Dieci anni di euro: prezzi aumentati del 25%

Lo studio della Cgia di Mestre a 10 anni dall'entrata in vigore della moneta unica europea. Schizzano i prezzi di affitti, ristrutturazioni edilizie, tabacchi, bollette e trasporti

Euro, quanto ci costi? A dieci anni esatti dall'introduzione della moneta unica, l'ufficio studi della Cgia di Mestre conferma, se mai ce ne fosse bisogno, l'aumento del costo della vita. Secondo l'associazione degli artigiani e delle piccole imprese, dall'arrivo dell'euro i prezzi in Italia sono cresciuti di quasi il 25%, con gli aumenti maggiori soprattutto nel Mezzogiorno, mentre tra il 2002 e il luglio di quest'anno l'inflazione media è stata del 24,9%.

GLI AUMENTI REGIONE PER REGIONE - In Calabria c'è stato l'incremento regionale più rilevante con un +31,6%, seguita da Campania (+28,9%), Sicilia (+27,6%) e Basilicata (+26,9%). Le regioni meno interessate dal caro-prezzi sono state invece la Lombardia, con un'inflazione regionale del 23%, la Toscana, con un +22,4%, il Veneto (+22,3%) e, ultimo in graduatoria, il Molise (+21,7%). "L'impennata dei prezzi - secondo la Cgia - non ha riguardato gli alimentari, l'abbigliamento-calzature o la ristorazione, ma soprattutto le bevande alcoliche e i tabacchi, le ristrutturazioni e manutenzioni edilizie, gli affitti delle abitazioni, i combustibili e bollette domestiche, i trasporti".

"È opportuno sottolineare - sottolinea il segretario della Cgia, Giuseppe Bortolussi - che il maggior aumento dei prezzi al Sud non deve essere confuso con il caro-vita. Vivere al Nord è molto più gravoso che nel Mezzogiorno. Altra cosa, invece, è analizzare la dinamica inflattiva in questi ultimi dieci anni". La maggior crescita dell'inflazione al Sud "si spiega con il fatto che la base di partenza dei prezzi nel 2002 era molto più bassa rispetto al resto d'Italia".

"Inoltre - conclude Bortolussi - a far schizzare i prezzi in questa parte del Paese hanno concorso anche il drammatico deficit infrastrutturale, la presenza delle organizzazioni criminali che condizionano molti settori economici, la poca concorrenza nel campo dei servizi e soprattutto un sistema distributivo delle merci molto arretrato e poco efficiente".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In arrivo una lettera dell'agenzia delle entrate per 700mila italiani

  • Ora solare 2019, quando scatta il cambio: il tempo stringe

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 17 ottobre 2019: i numeri vincenti

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di sabato 19 ottobre 2019: i numeri vincenti

  • Elena Santarelli rivela: "Io e Bernardo Corradi ci siamo allontanati a causa della malattia di Giacomo"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 22 ottobre

Torna su
Today è in caricamento