Yara, il consulente della difesa: "Ci sono elementi per riaprire il caso, ne vedremo delle belle"

Ezio Denti ha parlato a Radio Cusano Campus: "Abbiamo informazioni interessanti, il tempo ci darà ragione"

Massimo Bossetti

"Nel revisionare le carte ci sono delle anomalie che potrebbero portare a riaprire il caso. Ci servono elementi forti e concreti, li stiamo classificando uno ad uno e credo che questa possibilità possa esserci". Lo dice Ezio Denti, uno dei consulenti tecnici della difesa di Massimo Bossetti, intervenendo ai microfoni della trasmissione 'L’Italia s’è Desta' in onda su Radio Cusano Campus. 

Omicidio Yara, il consulente della difesa: "Ne vedremo delle belle"

Per l'omicidio di Yara Gambirasio, il muratore di Mapello è stato condannato all'ergastolo, sentenza confermata anche in Cassazione. La revisione del processo? Le possibilità sono poche, fa capire Denti, ma la difesa ci crede. "Per un processo di revisione serve qualcosa di forte, fortissimo. Non posso entrare nei dettagli ma crediamo di avere elementi sufficientemente forti per poter riaprire il caso, ne sono più che convinto. Mi mancano ancora dei tasselli importanti ma se riuscirò ad incastrarli allora ne vedremo delle belle". 

Bossetti, la difesa: "Abbiamo ricevuto informazioni interessanti"

"Non mi sono mai fermato. Abbiamo ricominciato da capo. Il tempo ci darà ragione", ha aggiunto Denti, ribadendo che "l’errore di questo processo è all’inizio. C'è un errore che si son portati fino alla fine". 

Sui dettagli il consulente non si sbottona, ma qualcosa lascia trapelare: "Al di là delle questioni scientifiche, comunque centrali, ci stiamo concentrando sulle attività di soggetti interessanti. Noi avevamo fatto un appello ai cittadini di Brembate per chiedere loro di farsi avanti se sapevano qualcosa. Abbiamo quindi ricevuto diverse informazioni che sono interessanti".

Guarda anche

Omicidio Yara, prima udienza a Bergamo per Bossetti: ho fiducia

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Sono "più tranquillo" e ho "molta fiducia nella giustizia". Sarebbero queste secondo il suo legale, Claudio Salvagni, le prime parole di Massimo Bossetti, il muratore accusato dell'omicidio di Yara Gambirasio, uscito dall'aula dopo la prima udienza in tribunale a Bergamo del processo sul delitto della tredicenne che fu trovata uccisa tre mesi dopo la sua scomparsa dalla palestra di Brembate di Sopra, il 26 febbraio del 2011

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Basta con queste stronzate! Lo sappiamo bene che in Italia un avvocato che riesce a smontare una sentenza del genere farà carriera e soldi a palate. Ma vergognatevi. A bossetti ci sono arrivati grazie alla scienza, con prove inequivocabili. Non c'è pace per la povera Yara e per i familiari.

    • Ho sempre ammirato chi ha certezze assolute; se non per altro, perché infonde un senso di sicurezza in chi, invece, certezze non ne ha. Pertanto, mi piacerebbe che le mie notevoli incertezze su diversi aspetti della vicenda venissero annullate, dandomi la sicurezza che sia in effetti un assassino quello che marcisce in galera. Non entro ovviamente nel merito di TUTTE le mie incertezze, ma mi accontenterei di UN'UNICA MA INEQUIVOCABILE risposta. Che lei, essendo cosi sicuro, certamente avrà. A Bossetti si è risaliti attraverso il materiale genetico di una persona che, ufficialmente, nulla aveva a che fare con lui. Ci si è trovati qundi costretti a POSTULARE che detta persona fosse il padre naturale di Bossetti, il quale sarebbe nato da una relazione clandestina della madre di Bossetti con questa persona, e che la madre di Bossetti ha SEMPRE negato, sia prima (non ne aveva mai parlato) sia DOPO (continua a negarlo). Allora, se nessuna informazione vi è su tale presunta relazione, e non si sa ciò che sia accaduto, la domanda è questa: come fa lei ad escludere categoricamente che datale presunta relazione non siano nati due gemelli? E che quindi l'assassino possa essere l'altro? O, semplicemente, due figli? Sono certo che sarà in grado di dissipare i miei dubbi. Attendo fiducioso.

  • Colpevole o innocente? Tutte stupidaggini sono se non ci sono le prove univoche e schiaccianti. Le difese di tutto il mondo giocano su questo assunto per continuare a far riaprire i processi anche se in cuor loro sono convinti sella colpevolezza del loro assistito, perché senza prove con i soli indizi si può continuare a dubitare all'infinito e sopratutto si potrà dire tutto ed il contrario di tutto.

  • Bossetti la faccia da maniaco ce l'hai ...le prove sono tutte contro di te... marcirai in galera .

    • ...le prove sono tutte contro di te...

      Sei proprio sicuro? Pare di no, sai?

      • Certo...il dna sulle mutandine era il mio!! Ma per favore smettetela di fare i processi sui social, siete ridicoli!

  • ma se questo è per caso innocente...quanti milioni di euro bisogna dargli di risarcimento?...

    • nulla daranno oggi ce la crisi tanto è che i pedofili prelati non vanno più in galera

  • Ho sempre ritenuto Bossetti innocente e sospettato dell'insegnante di Yara.

Notizie di oggi

  • Elezioni europee 2019

    Una settimana al voto: cosa succede nell'Europarlamento in caso di Brexit

  • Politica

    Decreto sicurezza bis e diritti umani, Salvini all'Onu: "Fa ridere, è da scherzi a parte"

  • Economia

    Reddito di cittadinanza, cambia (quasi) tutto: cosa si potrà acquistare

  • Attualità

    Meloni contro Saviano: "Ha sputtanato la città di Napoli e se ne è andato"

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Meteo, ecco il caldo (e sarà rovente): c'è la data

  • Era scomparsa da due mesi: trovata morta nel bagagliaio dell'auto

  • Matrimonio Pamela Prati, Georgette crolla: "Ho ricostruito il puzzle. Ora ho paura"

  • Meteo, sorpresa "amara": ecco quando arriva finalmente il caldo

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi sabato 18 maggio 2019

Torna su
Today è in caricamento