Picchiata dal fidanzato e ridotta in fin di vita, parla il papà: "Noi abbandonati"

Parla il padre della ragazza che due anni fa è stata massacrata di botte dal fidanzato e ridotta in stato vegetativo. "A breve sarà dimessa dal Santa Lucia. Qui ha fatto progressi con le cure riabilitative che ora saranno a carico della famiglia"

Chiara Insidioso Monda

ROMA - "In tredici mesi Chiara è migliorata tanto. Nella gravità del suo danno cerebrale è passata da uno stato di minima coscienza a uno di minima interazione. Ora però quel percorso, durato anche oltre il dovuto, si interromperà, nonostante le tante promesse ricevute".

E' amareggiato Maurizio Insidioso Monda, il papà di Chiara, la giovane picchiata e ridotta in fin di vita dal suo fidanzato. Da tre anni è al fianco di sua figlia, per curarla e per ottenere giustizia nei confronti di chi, Maurizio Falcioni, l'ha ridotta così. 

Nonostante le tante parole spese dalle istituzioni nessuno si è fatto avanti per aiutarlo, per garantire un supporto per le terapie necessarie a far andare avanti questi miglioramenti. "Tra qualche giorno andremo in una struttura a Cinecittà", spiega il papà di Chiara. "Un'eccellenza, un ottimo centro, ma le cure riabilitative garantite qui dovremo pagarcele da soli". Chiara, racconta a RomaToday Maurizio, costa 4.000 euro al mese. Al Santa Lucia ha svolto terapie riabilitative di diverso tipo, dalle cure logopediche a quella per la motricità. Cure che fuori dal centro dell'Ardeatina saranno ridotte e a carico della famiglia. 

C'è grande dignità nelle parole di Maurizio Insidioso. "Io non ho mai chiesto nulla a nessuno. Sono state sempre le istituzioni a cercarmi, a parlare con me, a volermi aiutare. Tutto a parole però, perché poi di fatti se ne sono visti pochi". E' di poche settimane fa addirittura un invito alla Camera per presentare un disegno di legge contro la violenza sulle donne. "Da allora non ho sentito più nessuno. Io non chiedo una casa, non chiedo soldi. Dico solo che se Chiara doveva essere un caso particolare, grazie al quale lanciare anche dei messaggi di speranze, beh possiamo dire che questo messaggio non partirà". 

Anche per questo ieri Maurizio ha deciso di non incontrare le istituzioni, dal presidente della Repubblica al ministro della Salute Lorenzin, in visita al Santa Lucia. "Se vogliono saliranno loro da Chiara. Io ormai ho poco da dir loro". E con amarezza e rassegnazione chiude: "Chiara la porterei lontano dall'Italia anche oggi. Questo Paese non le dà nessuna speranza ormai".

Tutto sul caso di Chiara Monda su RomaToday
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • il ns presidente,,mattarella,, è andato proprio in questi gg in questa struttura dove è ricoverata chiara,,,,ma non si è degnato di salire al piano superiore per andarla a trovare,,,,,tante parole inutili e niente umanità........le cure di cui ha bisogno costano 4000 euro al mese (((come fa un comune mortale a pagarle???)))) perché questi politicanti non la aiutano???? v e r g o g n a t e v i!!!!!!

  • Le Istituzioni sono perennemente assenti e questa vergogna deve finire!1

  • facile picchiare una ragazza, lo dessero a me , il Falcioni, saprei come terminarlo.

    • come?

      • come.. come?

      • Con una motosega, prima le braccia e ricucire, poi le gambe e ricucire. Poi lasciarlo morire di fame.

      • Quando?

        • sempre dietro una tastiera.

  • L italia e un paese di ladri lo stato non aiuta i cittanidini sia nella salute che nella.sicurezza ma di una cosa e certa sono bravi a rubare i soldi i politici poi fanno i santi in tv vergognatevi state rovinando l italia voi politici e chi dimette siamo noi cittadini

Notizie di oggi

  • Politica

    "Renzi deve andare avanti": resta (anche) segretario del Pd ripartendo dal 40%

  • Politica

    Alfano scommette: "Si voterà a febbraio 2017, con Matteo possiamo vincere"

  • Mondo

    Libia, Isis perde Sirte: il dramma senza fine delle migranti schiavizzate dei jihadisti

  • Mondo

    Allarme terrorismo a Los Angeles: "Minaccia di attentato in metropolitana"

I più letti della settimana

  • Trovato il diario segreto di Roberta Ragusa: "Aveva paura del marito"

  • Romina Carrisi ricorda la sorella Ylenia: "Ti stringo prima di lasciarti volare nei cieli"

  • Roberta Ragusa, il supertestimone: "È stata cremata al cimitero di Pisa"

  • Malore in campo: ragazzo esce dal coma e riconosce mamma e papà

  • Pavia, esplosione alla raffineria di Sannazzaro: il rogo devasta l'impianto Eni

  • Stuprata per anni dallo zio: ragazzina si confessa in un tema per la cresima

Torna su
Today è in caricamento