Concordia, via il capitano De Falco: "Schettino in cattedra e io..."

L'uomo del "salga a bordo cazzo" trasferito in ufficio. Da oggi, dopo dieci anni, non sarà più operativo. "Pago l'impegno di quella notte, questo è mobbing. Questo è un Paese storto"

Il comandante De Falco

ROMA - Lui intimò a Schettino di tornare a bordo, con una frase divenuta ormai celebre. Qualcuno gli ha "intimato" di tornare in ufficio. Il capitano di fregata Gregorio De Falco, l'uomo che al momento del naufragio della Costa Concordia era a capo della sezione operativa della direzione marittima di Livorno, non sarà più operativo ma da oggi sarà trasferito in ufficio. 

Dopo dieci anni nel settore operativo, il comandante del "salga a bordo cazzo" sarà trasferito in altri uffici, dove svolgerà mansioni di carattere amministrativo. Un lavoro da scrivania, insomma, che non sembra entusiasmare De Falco. Anzi. 

"L'ho saputo solo ora", dice l'ex capitano a Repubblica. "Ho avuto notizia dal comandante Faraone che lascio il servizio operazioni e vengo destinato ad un ufficio di carattere amministrativo. Sono abbastanza amareggiato - ammette - perché da dieci anni la mia ragione professionale è l’operativa, ma sono un militare. Eseguirò gli ordini". Anche se l'intenzione è di non arrendersi senza lottare: "Sono convinto di essere vittima del mobbing. Dunque - annuncia - valuterò azioni legali. Questo Paese storto punisce i suoi servitori".

"Sto riflettendo su molte cose, comprese le stellette che porto addosso - dice non senza delusione - Il 28 settembre mi presenterò al nuovo ufficio che deve ancora probabilmente essere individuato dal comando. Sono molto amareggiato, sto riflettendo su tante cose".

La convinzione, anche se De Falco non lo ammette mai trincerandosi dietro un amaro "non chiedetemi altro", è che quella tragica notte del naufragio della Concordia abbia avuto il suo peso. L'allora comandante della direzione di Livorno fu l'unico a esporsi in prima persona per cercare di salvare uomini e mezzi. Un'esposizione, anche mediatica, che potrebbe aver scontentato qualcuno che, almeno in teoria, avrebbe dovuto "muoversi" al posto di De Falco. 

Il documento-beffa, rivela il "Corriere della Sera", è stato firmato da Ilarione Dell’Anna, già responsabile della Capitaneria di porto di Livorno durante il naufragio, promosso e spedito a Roma. De Falco non l’ha mai detto pubblicamente ma tutti sanno che tra lui e l’ammiraglio i rapporti si erano deteriorati dopo la notte del naufragio. Forse, quando il comandante parla di "mobbing" è a questi rapporti che si riferisce. 

Anche se l'amarezza più grande resta sempre per il destino che ha diviso lui da Schettino. Il comandante, l'uomo che fuggì dalla Concordia che colava a picco, è diventato una sorta di star. E a De Falco non resta altro che recriminare: "Se penso che sale in cattedra...". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (31)

  • Ma la frase di De Falco non è stata smentita? Non è il caso di togliere questo articolo e relativi commenti?

  • grande comandante de falco

  • Grande Defalco..........potrai dire sempre con orgoglio di aver fatto sempre il tuo dovere.

  • Credevo di non dirlo mai ma mi vergogno di essere italiano. ...

  • L'Italia si dimostra ancora una volta nelle mani di uomini o aziende che con i soldi si comprano anche gente e personaggi delle alte sfere dello stato......Comandante siamo con lei vada avanti così e combatta contro questo stato diciamo storto per non dire altro.....

  • sciopero fiscale così non si pagano i capoccioni boiardi di stato

  • comandante de falco, lei e un'uomo con le palle...vada avanti, siamo tutti con lei... auguri.

  • Ma che schifo .... solo in Italia succedono ste cose!!! RENZIIIIIII LA QUESTIONE INDIA - MARO' NON LA PUOI RISOLVERE, E QUESTA?? CHE ASPETTI??

  • Non sò quanti anni abbia il nostro caro comandante DEfalco,forse è stato trasferito per raggiunti limiti d'età,ma comunque resta un grande uomo con i co.....ni,che porta degnamente la divisa,mentre il povero schettino,che penso di notte si sogni le grida dei morti della Concordia,resta un individuo senza palle,e che non ha avuto il buon senso durante un "inchino"così pericoloso di tenere a bada la nave ma una pu........na!!!!

  • De Falco ha fatto cattiva pubblicità alla Costa facendo capire che diamine di Comandante avevano scelto. La Costa ha un "mare" di soldi, quindi un "mare" di potere. I politici si possono comprare con soldi e/o favori e/o conoscenze importanti e/o crociere? Se quest'ultima risposta può essere "sì" allora tutto può essere spiegato. C'è da rimanere a-mareggiati! :-)

  • Una sola domanda, ma chi è che ha firmato l'ordine di trasferimento???

  • capitano non te la prendere questa è l'italia fai il tuo dovere e ti silurano,

  • Il paese è storto perché alla maggioranza degli italiani piace così. Quindi?

    • Nooooo..le risposte come le tue andrebbero multate..aahhahahah

  • VERGOGNA , vergogna , vergogna, è uno SCHIFO. E quel pezzo di @#?*%$ di Schettino se la ride e fà il signore. Magistratura VERGOGNOSA cosa @#?*%$ aspetta a metterlo in galera x OMICIDIO COLPOSO PLURI-INTENZIONALE...!

  • Ci meritiamo proprio l'Italia che abbiamo... Non è più un paese, è peggio di una barzelletta

    • Avatar anonimo di ari anna
      ari anna

      mi associo!

  • Per capire il mondo con le stellette ci si deve vivere dentro, e siccome dietro agli alti gradi ce sempre il politico di turno spregevole anche dietro a schettino ce lo stesso politico,solo che in questo caso a pagare e l'onesto, in questa nazione di disonesti,farabutti,piduisti,faccendieri,mascalzoni e quant'altro, e schettino e figlio di quel sistema,ecco che hanno trovato il sistema di fargli pagare il tutto al Comandante De Falco,l'unica mia meraviglia e l'amarezza del comandante,quell'ambiente a lui dovrebbe essere familiare,perché meravigliarsi.Auguri Comandante De Falco.

    • alla faccia di apostrofi ed accenti

  • in italia sei un grande solo se uccidi qualcuno . vedi schettino é una star

  • De Falco addirittura penalizzato, mentre in qualsiasi altro Paese avrebbe vista riconosciuta la sua capacità di gestire una situazione così difficile. Questa è una dimostrazione del perchè le cose vanno male in Italia. Abbiamo dirigenti incapaci, ma anche invidiosi che qualcuno veramente capace possa insidiare le loro poltrone. Sono stati Ammiragli della Marina come Ilarione che ci hanno fatto perdere importanti battaglie navali nella seconda guerra mondiale, eppure anche quelli conservarono i loro posti con tutti gli annessi immeritati privilegi. Effettivamente questo Paese ha qualcosa di storto. Il pesce marcio puzza dalla testa.

  • il signor Benito diceva che il popolo Italiano è bue, questa è l'ennesima dimostrazione. che schifo!!!!!!!!!

  • Io credo che per quel disastro ci siano stati più colpevoli. Schettino in primis, ma anche la Capitaneria di porto di Livorno che permetteva alla Costa Concordia di passare sempre troppo vicino all'Isola del Giglio, e anche coloro che traevano vantaggi pubblicitari da questo itinerario, come la stessa Costa crociere e gli amministratori dell'Isola del Giglio.

    • La competenza era di Grosseto

      • hai ragione.

  • vergogna italiana

  • Comandante De Falco. Siamo tutti con Lei, Caxxo

  • Schettino che ha ucciso delle persone ed è scappato dalla sua nave è diventato una star e quest'uomo che ha salvato vite e ha fatto il suo lavoro viene penalizzato...si in italia c'è qualcosa che non va

  • Avatar anonimo di francesco effe
    francesco effe

    io sto con De Falco

    • io sto con gli ippopotami

  • Deve avere amici potenti quel mezzo uomo. Tutta la mia solidarietà al capitano De Falco, uno dei pochi ancora a a saper far valere l'autorità del ruolo che gli compete.

Notizie di oggi

  • Politica

    Governo, tra polemiche e scaramucce inizia la "fase due"

  • Cronaca

    "Nozioni comuniste in classe", maestra sospesa si difende: "Ho solo letto Anna Frank"

  • Economia

    Google "rompe" con Huawei: che cosa succede agli smartphone Android

  • Cronaca

    Selfie estremi, 259 vittime in 6 anni: 7 su 10 hanno meno di 30 anni

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

  • Meteo, ecco il caldo (e sarà rovente): c'è la data

  • Era scomparsa da due mesi: trovata morta nel bagagliaio dell'auto

  • Matrimonio Pamela Prati, Georgette crolla: "Ho ricostruito il puzzle. Ora ho paura"

  • Meteo, sorpresa "amara": ecco quando arriva finalmente il caldo

Torna su
Today è in caricamento