Devasta le auto parcheggiate senza motivo poi si accascia al suolo e muore

A Pregnana Milanese si indaga sul decesso di un uomo di 37 anni. Il tribunale ha disposto l'autopsia

Foto di repertorio

Un pomeriggio di follia è finito in modo tragico a Pregnana Milanese dove un uomo di 37 anni è morto in seguito ad un vero e proprio raptus. L’uomo, di origini marocchine ma regolare in Italia, si sarebbe presentato al bancone di un hotel di via Nazario Sauro già in forte stato di agitazione. Dopo aver comprato un succo di frutta (che non ha bevuto) è uscito in strada e senza un'apparente ragione ha iniziato a danneggiare alcune auto parcheggiate. Infine si è accasciato al suolo.

Devasta le auto, poi si accascia al suolo: inutili i soccorsi

I soccorritori sono arrivati pochi istanti dopo con un'ambulanza e un'automedica in codice rosso. L'uomo è stato soccorso e accompagnato d'urgenza all'ospedale di Rho ma era già in arresto cardiocircolatorio. I medici non hanno potuto fare nulla per salvargli la vita.
Non è chiaro cosa abbia determinato il decesso, maggiori dettagli emergeranno in seguito all'autopsia che è stata disposta dal tribunale.

Sul corpo non c'erano segni di violenza

I militari hanno riferito che l'uomo non aveva evidenti segni di violenza e, secondo quanto riferito dai carabinieri del comando provinciale di Milano, sembra che non abbia litigato con nessuno prima del raptus di follia. Anche la moglie, sentita dagli investigatori della compagnia di Legnano, non ha riferito di situazioni particolari. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, ecco cosa cambia davvero dal 1° gennaio 2020

  • Bollette luce e gas, buone notizie per metà delle famiglie italiane

  • Prende il reddito di cittadinanza ma ha un bar: la sanzione è da capogiro

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

  • Estrazioni Lotto oggi e SuperEnalotto: i numeri di sabato 7 dicembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 12 dicembre 2019

Torna su
Today è in caricamento