Foggia, perso il derby scatta la follia: attentati contro calciatori e dirigenti

Bombe carta e auto a fuoco. Cosa è successo a Foggia dopo il derby perso contro il Lecce

Due attentati intimidatori sono stati compiuti la scorsa notte a Foggia contro le auto di due dirigenti e di un calciatore del Foggia Calcio. Si tratta dei due proprietari della squadra che gioca in serie B, i fratelli Fedele e Franco Sannella, proprietari del pastificio Tamma, e dell'attaccante Pietro Iemmello. Stando a quanto ricostruito dagli investigatori, dopo l'1.30 della scorsa notte, sconosciuti hanno incendiato il Suv Mercedes del calciatore parcheggiato nelle vicinanze di Piazza Puglia nel centro di Foggia, distruggendone la parte anteriore. ANSA/TATIANA BERIZZI

Tre episodi davvero preoccupanti, ricollegabili, secondo gli investigatori, alla crisi del Foggia calcio che milita in serie B, sono accaduti nelle ultime ore nel capoluogo dauno, a poche ore dalla sconfitta nel derby contro il Lecce. Verso le 5.40 alcuni sconosciuti incappucciati hanno approfittato dell'apertura dei cancelli dell'ingresso della sede della Pasta Tamma, di proprietà dei fratelli Franco e Fedele Sannella e 
hanno lanciato una bomba carta contro l'automobile degli stessi titolari. Pur esplodendo, la bomba carta non ha danneggiato la vettura. I fratelli Sannella sono anche i proprietari della società rossonera.

Dopo Foggia-Lecce, rossoneri nel mirino: bomba carta alla 'Tamma', a fuoco auto di Iemmello

A quell'ora i lavoratori del pastificio erano all'opera. Poco prima, verso l'1.45, era stato dato alle fiamme il Suv del calciatore Pietro Iemmello, in via Bari. Sempre ieri sera sconosciuti hanno lanciato un petardo all'interno di un giardino attiguo a quello dell'abitazione di un altro calciatore Massimiliano Busellato, probabilmente hanno sbagliato bersaglio. Sui tre episodi indagano i carabinieri. 

Anche il sindaco della città pugliese ha condannato i tre atti intimidatori. "La violenza non ha nulla in comune con lo sport – ha scritto su Facebook Franco Landella -. Gli episodi registrati questa notte che hanno preso di mira l’azienda dei fratelli Sannella e l’automobile del calciatore Pietro Iemmello non possono in alcun modo trovare giustificazione. Tutti i tifosi rossoneri sperano che la squadra possa conservare la Serie B, riconquistata con fatica dopo 19 anni, ma non è ammissibile assistere ad atti criminali che non possono che fare male alla società del Foggia Calcio e all’intera città, già troppe volte finita alla ribalta nazionale per fatti di cronaca. La parte sana della città, in questo momento di difficoltà, ha il dovere di stringersi attorno ai fratelli Sannella ed alla squadra per raggiungere quel traguardo sportivo che tutti noi auspichiamo".
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • per lecce-foggia? E che e' una partita?

  • Tutto questo... non è Calcio!

Notizie di oggi

  • Politica

    Di Maio e il nuovo M5s di lotta e di governo: basta sconti a Salvini

  • Economia

    Pensioni, con la nuova indicizzazione ci perdono (quasi) tutti

  • Economia

    Perché l'Ue ha multato la Nike per 12,5 milioni di euro

  • Politica

    Basilicata, alle elezioni vince il generale della Finanza designato da Berlusconi

I più letti della settimana

  • Isola dei Famosi 2019: cast, concorrenti, puntate e tutte le anticipazioni

  • Belen rompe il silenzio: "E' stato Stefano a tornare: aveva sbagliato. Non sono riuscita a costruire un'altra famiglia"

  • Carlo Conti confessa: "Ho ripreso al volo mia moglie Francesca"

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 25 al 31 marzo 2019

  • Pensioni, c'è una novità importante sugli assegni in pagamento ad aprile

  • Torna l'ora legale: lancette da spostare (e gli effetti sul nostro organismo)

Torna su
Today è in caricamento