menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companies

Forconi, la protesta non si ferma: "Bloccheremo tutta Italia"

Il paese bloccato e la mobilità in ginocchio da nord a sud. Lo avevano annunciato "L'Italia si ferma". Ma chi sono e quali obiettivi hanno? L'intervista a Gaetano Montico, del coordinamento nazionale 9 dicembre

La manifestazione è stata definita "sintesi di tutti quei soprusi che il popolo italiano, nelle varie realtà produttive, sociali e di ogni ceto di appartenenza, sta subendo da tempo". Non solo gli autotrasportatori, ma rivendicazioni per tutta la popolazione del nostro paese.

Diversi sono i leader regionali che hanno partecipato al movimento che è sceso in piazza. Lucio Chiavegato, Danilo Calvani, Mariano Ferri, Augusto Zaccardelli sono solo alcuni dei personaggi di riferimento di quei gruppi che hanno dato vita ai blocchi in tutta Italia. Ma c'è un coordinamento a livello nazionale che ha riunito tutti in occasione della protesta del 9 dicembre.

"Dalla notte decine sono stati i blocchi su tutto il suolo italiano - ci spiega Gaetano Montico del coordinamento nazionale 9 dicembre -  Poi ci sarà l'operazione 'lumaca': se entro le 16 non avremo ricevuto qualche segnale chiaro dal Quirinale gli automezzi che sono scesi in piazza oggi inizieranno a 'camminare a passo d'uomo'. Così andremo avanti fino a sera. Se ancora rimarremo inascoltati daremo vita al blocco di tutte le strade con gli automezzi dei trasportatori".

Un programma determinato che annuncia di andare avanti a oltranza per trovare delle risposte alle proprie richieste: "Il malessere generale purtroppo si è instaurato in tutti i ceti: da otto mesi a questa parte 2 mila e 200 sono stati i suicidi dei piccoli imprenditori e di questo sulla stampa si parla sempre meno. Sono 8 milioni gli italiani che soffrono e le famiglie non riescono più neppure a iniziare il mese, figuriamoci ad arrivarci in fondo".

Ma la protesta non riguarda soltanto la crisi ma anche l'assetto istituzionale del nostro paese in questo momento: "Una sentenza della Corte Costituzionale ha praticamente delegittimato il governo, che ci dice che siamo in ripresa. Qui non si vede che sta passando l'orizzonte è ancora più nero della crisi. Da nord a sud la popolazione vorrebbe una rivolta più concreta e maggiore attenzione dei media perché finora non c'è stato spazio".

Con oltre 90 presidi in tutta Italia la mobilitazione ha voluto avere respiro nazionale: "Ovviamente con le proteste si agisce all'interno della legalità perché il nostro obiettivo è mostrare che il popolo è sovrano. Anche se c'è rabbia e siamo stati inascoltati per molto tempo abbiamo il controllo delle piazze - continua Montico - poi usiamo anche altri strumenti. Abbiamo denunciato lo stato italiano per oppressione fiscale alla Corte Europea per i Diritti umani di Strasburgo. Noi speriamo in tutte queste situazioni che si stanno muovendo senza sigle di partiti e bandiere nazionali. I forconi hanno maggiore visibilità ma la vera natura di ciò che sta succendo sta nel fatto che tutti i settori del lavoro del nostro paese non ne possono più. Questo è quello che stiamo facendo: riunire in maniera civile tutte le anime di un paese sotto il tricolore".

In realtà la minaccia di bloccare tutte le strade d'Italia ha degli obiettivi precisi e sono già pronte le proposte da fare al Presidente della Repubblica: "Il nostro governo dovrebbe farsi sentire all'interno della comunità europea congelando per un anno i debiti nei confronti della Banca centrale, pagando gli interessi più avanti. Così le banche ricomincerebbero a fornire crediti alle imprese e avremmo il tempo per la ripresa del lavoro. Bisognerebbe poi alleggerire la burocrazia, che scoraggia gli investimenti per l'apertura di nuove attività. Per questo le imprese vanno all'estero. Questo sarebbe un buon modo di cambiare la forma di governo, cambiando gli apparati burocratici all'interno dei palazzi".

Sarebbe questi gli strumenti per dare al nostro paese una vera ripresa. Servirebbero poi leggi "necessarie per il cambiamento". Ma secondo Montico la nostra è una situazione eccezionale, d'emergenza: "Monti fece un decreto legge per regolarizzare le assunzioni dei messi di Equitalia. Quello è lo strumento che dovremmo usare adesso".

Per questo il blocco delle strade continuerà finché "il presidente della Repubblica ci darà delle garanzie per andare alle elezioni e avere una nuova classe dirigente per dare vita alle nostre proposte. Sarebbe l'unica prova che Napolitano potrebbe darci di avvio del cambiamento che richiediamo. Ma che sia chiaro: nessuno di noi ha tendenze o mire politiche ma pensiamo che sia la nazione che debba essere al servizio del popolo, come afferma la nostra costituzione" conclude Montico.

Forconi-4

Potrebbe interessarti

Commenti (10)

  • lo volete capire che e solo una presa per il culo questa manifestazione paci@#?*%$ nn serve a un @#?*%$ la polizia con il popolo e solo una strategia del governo per raggirare per l ennesima volta il popolo di pecore che siamo siamo solo burattini e la nostra vita e solo un reality per loro hanno distrutto la nostra terra e ci sn milioni di malati di cancro ogni giorno nel 2013 siamo arrivati sulla luna e nn si riesce a sconfiggere i cancro e solo questione di soldi siamo topi per esperimenti comandano le nostre menti ci hanno tolto ladignita il governo si caccia solo con la violenza se vogliamo fare quakosa BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

  • se aderivano ache i sindacati potevano unirsi anche gli operai senza aver provvedimenti disciplinari dai datori di lavoro.. quando servono non ci sono mai.... a casa anche loro che usufruiscono dei permessi sindacali per farsi i c...i loro...

  • Non fermiamoci, questa volta ci devono ascoltare, l' italia è nel pantano e se non ci facciamo ascoltare non usciremo mai dal pantano, ma senza violenza e senza idioti infiltrati che creano solo casini!

  • invece di protestare da casa venite con noi domani all'arco d'augusto piangere da casa non cambia nulla!!! da ieri mattina e' partita la protesta eravamo una cinquantina!!! se tutti tirano il c.o indietro pochi non possono fare niente!!la protesta e' apolitica non ci sono bandiere di nessun partito! non e' una protesta violenta ma dobbiamo essere in tanti!! uscite di casa!! giovani,studenti,disoccupati! chiunque voglia far andare a casa questi politici che ci hanno rovinato per altre 3 generazioni!!!

  • invece di protestare da casa venite con noi domani all'arco d'augusto piangere da casa non cambia nulla!!! da ieri mattina e' partita la protesta eravamo una cinquantina!!! se tutti tirano il cu.o indietro pochi non possono fare niente!!la protesta e' apolitica non ci sono bandiere di nessun partito! non e' una protesta violenta ma dobbiamo essere in tanti!! uscite di casa!! giovani,studenti,disoccupati! chiunque voglia far andare a casa questi politici che ci hanno rovinato per altre 3 generazioni!!!

  • invece di protestare da casa venite con noi domani all'arco d'augusto piangere da casa non cambia nulla!!! da ieri mattina e' partita la protesta eravamo una cinquantina!!! se tutti tirano il cu.o indietro pochi non possono fare niente!!la protesta e' apolitica non ci sono bandiere di nessun partito! non e' una protesta violenta ma dobbiamo essere in tanti!! uscite di casa!! giuovani,studenti,disoccupati! chiunque voglia far andare a casa questi politici che ci hanno rovinato per altre 3 generazioni!!!

  • avanti,senza paura,senza mollare

  • ONORE e RISPETTO a chi in qualsiasi modo e sacrificio, voglia cambiare quuesto STATO di cose. Che sia la volta buona, che qualcuno ce ne liberi da queste facce subdole e balorde. Forza FORCONI, prima o poi questi PORCI andranno a casa!!!!!!!!!!

  • Avatar anonimo di gl
    gl

    Non vorrei essere nei panni di Matteo.......

  • Noi ne abbiamo le Pa..e piene

Più letti della settimana

  • Rassegna

    Incontra una donna e sua cugina per fare sesso a tre: "Entrato in casa sono scappato"

  • Citta

    Palermo, incidente in moto: morto l'operatore Rai che riprese la strage di Capaci

  • Media

    Amici, Virginia Raffaele affonda Anna Oxa: "Non ha mai finto di divertirsi"

  • Cronaca

    E' allarme tonno in olio di oliva, ritirato dai supermercati Simply 

Torna su