G8, violenze a Bolzaneto: 28 condannati a risarcire 6 milioni allo Stato

Tra le persone condannate dalla Corte dei Conti ci sono anche Alfonso Sabella, che durante il G8 di Genova del 2001 era capo dell'Ispettorato del dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, e Oronzo Doria ex capo area della Liguria degli agenti di polizia penitenziaria

Violenze durante il G8 di Genova (FOTO ANSA)

I giudici della Corte dei Conti di Genova hanno condannato 28 persone al pagamento di 6 milioni di euro per il danno causato allo Stato in seguito ai risarcimenti pagati alle persone che subirono abusi e violenze nella caserma di Bolzaneto durante il G8 svoltosi nel capoluogo ligure nel 2001. La Procura aveva chiesto un risarcimento di 7 milioni di euro per i ristori pagati alle parti offese in sede penale e le spese legali e altri 5 milioni per il danno di immagine.

G8 di Genova, nuova condanna di Strasburgo: "A Bolzaneto fu tortura"

Tra i condannati anche Sabella e Doria

Tra 28 persone condannate dalla Corte dei Conti ci sono membri del personale medico-sanitario, poliziotti, carabinieri e agenti della Polizia Penitenziaria. Il nome che spicca tra tutti è quello di Alfonso Sabella, che all'epoca dei fatti era capo dell’Ispettorato del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria (Dap), prima di diventare assessore alla Legalità della giunta comunale di Roma quando il sindaco era Ignazio Marino.

G8 Genova, il capo della polizia 16 anni dopo: "Fu una catastrofe, non accadrà mai più"

Secondo i giudici, nonostante la posizione di Sabella fosse stata archiviata, avrebbe dovuto comunque controllare e vigilare che non avvenissero comportamenti scorretti o alcun tipo di violenza. Per lo stesso motivo, tra i condannati, figura anche il nome del generale Oronzo Doria, ex capo area della Liguria degli agenti di polizia penitenziaria, anche lui assolto dalle accuse in precedenza. 

G8, la torturatrice di Bolzaneto dà lezione di diritti: è polemica

Danno d'immagine

“Gli episodi di violenza avvenuti nella caserma di Bolzaneto - scrive il pm - hanno determinato un danno d’immagine che forse non ha pari nella storia della Repubblica”: per questa motivazione, oltre al danno patrimoniale, vanno aggiunti anche 5 milioni di euro per il danno d'immagine provocato allo Stato e alle diverse amministrazioni coinvolte.

G8 di Genova: licenziato il medico "seviziatore di Bolzaneto"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni, c'è una buona notizia sull'età di vecchiaia

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 9 novembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 12 novembre 2019

  • Nuovo maxi concorso: oltre 300 posti a tempo indeterminato, si cercano laureati e diplomati

  • Tasse sulla casa, arriva la nuova Imu (e scompare la Tasi): cosa cambia

  • Dal bonus in busta paga ai buoni pasto: cosa cambia nel 2020 per i lavoratori dipendenti

Torna su
Today è in caricamento