Uccide la moglie malata e si suicida: "Perdono, chiedo di essere cremati insieme"

Il dramma di Senago. L'ultimo messaggio di Giuseppe Moia, l'anziano che ha ucciso la moglie malata e poi si è sparato con la stessa pistola

E' morto in ospedale Giuseppe Moia, l'anziano di 81 anni che sabato 29 settembre a Senago ha ucciso la moglie malata con un colpo di pistola, tentando poi di togliersi la vita usando la stessa arma. Prima di agire, Moia aveva lasciato un biglietto, dal quale emerge un quadro di grande difficoltà maturate anche per i problemi di salute della moglie, Luisa Valli. 

"Lei oggi non ha più voce, non riesce a farsi capire...io non riesco più a dormire, non riesco nemmeno a camminare...", scriveva Moia. "Chiedo perdono... e chiedo di essere cremati insieme...". La coppia non aveva figli, in caserma si sono presentati i fratelli di entrambi i coniugi.

Il dramma a Senago

A dare l'allarme sabato mattina sono stati i vicini di casa, quando hanno sentito gli spari. Moia aveva sparato alla moglie con una pistola calibro 22, regolarmente detenuta e nascosta in un cassetto, poi aveva rivolto l'arma contro di sé premendo il grilletto. Quando sul posto erano arrivati i sanitari del 118 e i carabinieri per Luisa Valli non c'era più niente da fare, mentre Moia era stato trasportato in condizioni disperate all'ospedale Niguarda, in coma. 

La notizia su MilanoToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Loredana Bertè: "Abbiamo nascosto in soffitta Mimì per un anno"

  • Bollo auto, due novità importanti in arrivo dal 1° gennaio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e SuperEnalotto: i numeri di sabato 7 dicembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e SuperEnalotto: estratto il 5+1 da mezzo milione. I numeri di martedì 3 dicembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 5 dicembre 2019

  • Reddito di cittadinanza a tutta la famiglia col trucco dell'indirizzo: li hanno scoperti

Torna su
Today è in caricamento