Graziano Mesina è uscito dal carcere

L'ex primula rossa del banditismo sardo torna libero a 77 anni per decorrenza dei termini: le motivazioni della sentenza d'appello non sarebbero state depositate

Graziano Mesina (FOTO ANSA)

Graziano Mesina, detto anche 'Gratzianeddu', tra i più famosi esponenti del banditismo sardo del dopoguerra, può tornare ad Orgosolo, in provincia di Nuoro, da uomo libero. Sarebbero infatti scaduti i termini di carcerazione preventiva per i quali era stato privato della libertà nell'ambito dell'inchiesta sul traffico di stupefacenti nella quale era indagato. Le motivazioni non sarebbero state depositate, questo il motivo della sua scarcerazione. Carcerato nel 2013 e detenuto nel carcere imprese di Badd'e Carros, dove ha trascorso gran parte della sua vita, Mesina era accusato di un vasto traffico di stupefacenti e di estorsione. 

Graziano Mesina libero: era stato condannato a 30 anni

L'ex primula rossa del Supramont era stato condannato a 30 anni nel processo d'appello svoltosi a Cagliari nel 2018 dopo una serie di accuse per traffico internazionale di droga e per altri reati connessi. Al processo d'appello aveva rilasciato alcune dichiarazioni nelle quali si era dichiarato innocente. Dopo l'arresto gli er a stata revocata la grazia concessagli da presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. A 77 anni torna ora libero. Le prime parole di Mesina dopo il ritorno in libertà sono state: "Sono commosso, non ci potevo credere".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi martedì 10 settembre 2019: i numeri vincenti

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Paura per Elisabetta Gregoraci, a piedi sulla statale di notte: "Ora sto bene" (FOTO)

  • "Salvini deve andare a fare in c***": sconcerto in tv su La7

  • Michelle Hunziker, il gesto 'contro' Marica Pellegrinelli dopo l'addio a Ramazzotti

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 12 settembre 2019: i numeri vincenti

Torna su
Today è in caricamento