Hacker violano pagina facebook Alpitour: false offerte per rubare dati di "fan"

Violato il profilo dell'azienda che tramite il social network ha avvertito subito i suoi fan. E' la prima volta che una grande azienda italiana finiesce sotto attacco hacker

Un cyber attacco storico: per la prima volta una grande azienda italiana, il gruppo Alpitour, è stato attaccato dagli hacker. La pagina facebook dell'azienda è stata violata. Obiettivo: ingolosire i fan con false offerte di viaggi per rubare i loro dati.

E così dopo Associated Press, Burger King, Dodge, New York Times, il fenomeno dei "cyber attacchi" colpisce l'Italia e i  120.000 'amici' che seguono le pagine Viaggidea, Francorosso, Villaggi Bravo e Alpitour. 

L'ATTACCO - E' accaduto la sera dell'11 settembre e, secondo gli esperti, l'organizzazione criminale responsabile dell'attacco è sicuramente straniera. Come riporta l'Ansa, inizialmente sono state rubate le credenziali degli amministratori dei profili Facebook dell'azienda e quindi sono stati postati annunci in italiano che pubblicizzavano viaggi inesistenti. Cliccando sugli annunci, link apparentemente innocui indirizzavano su pagine web che contenevano programmi pericolosi, progettati per impadronirsi delle coordinate bancarie di chi fa acquisti online. 

IL POST DI ALPITOUR - All'indomani dell'attacco il Gruppo Alpitour ha scritto su Facebook: "Vi informiamo che la scorsa notte le pagine Viaggidea, Francorosso, Villaggi Bravo e Alpitour hanno subito un attacco da parte di alcuni hacker che hanno preso il controllo sulla pubblicazione dei contenuti e sulle risposte ai vostri messaggi. Pertanto tutto ciò che viene pubblicato su tali pagine non è da associare al Gruppo Alpitour. Stiamo lavorando con il team di Facebook affinché la normalità venga ripristinata il prima possibile!". 

hacker-alpitour

ALLARME MONDIALE - Per Raoul Chiesa, dell'Agenzia europea per la sicurezza delle reti e dell'informazione (Enisa) e del comitato direttivo dell' Associazione italiana per la sicurezza informatica (Clusit) "siamo solo all'inizio. Bisogna considerare" ha aggiunto "che il livello di sicurezza dei profili Facebook è lo stesso per chiunque" e che "per la cyber-criminalità i profili più appetibili sono quelli che hanno il maggior numero di follower". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiede il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere un albergo da 800mila euro

  • Medico muore durante il turno di notte: aveva 28 anni

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 12 novembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 16 novembre 2019

  • Tasse, chi rischia di pagare di più con la nuova Imu

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 14 novembre 2019

Torna su
Today è in caricamento