Italia e Grecia, sorelle di crisi: stop dei consumi

Codacons lancia l'allarme: il dato sull'inflazione rispecchia lo stato disastroso dei consumi, in particolare delle famiglie. Previsioni nere: sempre peggio nei prossimi mesi

Grecia e Italia tornano a essere paragonate e questa volta è il dato sull'inflazione che accomuna i due Stati afflitti dalla crisi. Secondo la Codacons, associazione dei consumatori:
 

Il dato sull'inflazione rispecchia lo stato disastroso dei consumi delle famiglie, che nel nostro paese sono in picchiata libera


A settembre tra Tasi, scuola e bollette su ogni famiglia potrebbe gravare una spesa di circa 1900 euro. L'associazione dei consumatori, guardando anche più di là nei prossimi mesi, non fa però buone previsioni:

Prevediamo un autunno nero sul fronte dei consumi e delle vendite, con effetti a cascata sull'economia nazionale. Gli italiani non comprano più perché non hanno più soldi da spendere, e tutti gli indicatori economici confermano la situazione gravissima in cui versano le famiglie. Il Governo deve darsi una svegliata perché l'Italia si sta avvicinando a grandi passi alla Grecia, e in assenza di interventi urgenti sul fronte del potere d'acquisto verranno bruciati migliaia di posti di lavoro e migliaia di negozi e imprese chiuderanno i battenti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buoni fruttiferi postali, il "brutto pasticcio" sui rimborsi

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 20 febbraio 2020

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 22 febbraio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 18 febbraio 2020

  • C'è posta per te, Maria De Filippi perde la pazienza: "Non ce la posso fa"

Torna su
Today è in caricamento