L'Italia comprerà almeno 90 F35

La notizia arriva dalla stampa internazionale: il portavoce del Pentagono che si occupa del programma ha confermato. Spesa finale: 12 miliardi di euro

L'Italia prevede di mantenere l'ordine per i 90 F35 da combattimento nonostante la pressione politica per i tagli alla spesa pubblica e in particolare alla difesa. Il contratto di manutenzione tra Roma e Washington sarebbe stato firmato. La notizia è stata riportata dall'agenzia stampa internazionale Reuters.

Nonostante le richieste per il taglio alla spesa del progetto, arrivate soprattutto dall'opposizione, sembra proprio che l'acquisto rimarrà integro. Lo stesso premier Renzi, all'inizio della sua legislatura, aveva detto che avrebbe dato un taglio alla spesa. Invece adesso verranno spesi 12 miliardi di euro per l'acquisto dei cacciabombardieri: Finmeccanica avrebbe vinto un importante contratto per la manutenzione degli aerei da guerra. Joe Della Vedova, portavoce dell'ufficio del Pentagono che si occupando del programma, spiega:

Il numero giusto (jet) per l'Italia per avere il ruolo industriale che vuole è 90, una cifra che ci permette di garantire le esigenze di difesa del paese

La notizia arriva in un momento di crescenti tensioni internazionali per tutti i membri della Nato, schiacciati tra la guerra in Ucraina e i militanti dello Stato Islamico dall'altra parte del mediterraneo. Dopo la chiusura dell'ambasciata il nostro Paese ha chiesto all'Onu di dare avvio a una missione in Libia e il ministro Gentiloni aveva anche affermato di essere "pronto a combattere"

Potrebbe interessarti