Lettera aperta del figlio di Marco Biagi: "Mio padre abbandonato dallo Stato"

Lorenzo Biagi, figlio del giuslavorista Marco Biagi: "Provo ancora tanta rabbia per il fatto che lo Stato e le Istituzioni ti abbiano completamente e gravemente abbandonato lasciandoti senza scorta. Come ogni anno anche questo 19 marzo salirò sulla tua bicicletta"

''Sai babbo, provo ancora tanta rabbia per il fatto che lo Stato e le Istituzioni ti abbiano completamente e gravemente abbandonato lasciandoti senza scorta con la quale ora saresti ancora qui con me Francesco e la mamma, ma voglio anche che tu sappia che nonostante tu non ci sia più io continuo ad avere una gran voglia di vivere la mia vita con tutti i valori che mi avevi insegnato quando ero piccolo e mi chiamavi dolcemente 'topino'". Lo scrive in una lettera aperta -pubblicata da Quotidiano Nazionale- Lorenzo Biagi, figlio del giuslavorista Marco Biagi, ucciso dai brigatisti diciassette anni fa.

Era il 19 marzo 2002. Come ogni sera, Biaggi percorreva in bicicletta il tratto di strada che separa la stazione dalla sua abitazione di via Valdonica: un commando di brigatisti lo bloccò di fronte al portone della sua casa, al civico 14, e lo freddò.

''Come ogni anno anche questo 19 marzo salirò sulla tua bicicletta con cui tornasti a casa da solo quella maledetta sera e parteciperò alla biciclettata che dalla stazione arriva fin sotto casa nostra -continua Lorenzo Biagi-. In questi anni babbo ho capito non solo quanto era importante e fondamentale il lavoro che svolgevi ma anche e soprattutto noto quante persone ti volevano un gran bene, ti apprezzavano e ti stimavano ed è anche tutto questo che mi riempie il cuore di forza e mi dà sempre il coraggio di andare avanti nella mia vita''.

Marco Biagi, ucciso dalle Brigate Rosse

Marco Biagi era un giuslavorista italiano, assassinato da un commando di terroristi appartenenti alle Nuove Brigate Rosse. L'omicidio avvenne un anno prima dell'approvazione della legge da lui promossa e indicata comunemente con il suo nome, ispirata a una maggior flessibilità dei contratti di lavoro Docente di diritto del lavoro in diverse università italiane, a partire dagli anni novanta ricoprì numerosi incarichi governativi come consulente di diversi ministeri.

Marco Biagi, il figlio Lorenzo: "Mi mancherà per tutta la vita"

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • intanto ai brigadisti gli fanno fare lezioni alle università ,le presentano nei partiti ......

  • Io la penso come suo figlio: quella Legge (ottima, per una precisa esigenza) andava a ledere gli interessi di schiavisti e negrieri per cui qualcuno si é girato dall'altra parte! Perché in Italia la mafia, in certi contesti, mica c'é...noooo poco! Qui a mafia si associa ancora il 'Don Ciccio' di turno...ma fosse solo quello. Onore e memoria a un uomo che, pur di SX, ha dimostrato che ci sono persone che ragionano, che pensano alla soluzione giusta per il problema.

Notizie di oggi

  • Economia

    Soldi vinti al gioco o ricevuti in regalo: quando si perde il reddito di cittadinanza

  • Economia

    Stop a nuove carte prepagate anonime: che cosa cambia per quelle già in circolazione

  • Mondo

    Macron schiera l'esercito contro i gilet gialli

  • Cronaca

    Tir lumaca, il corteo degli autotrasportatori contro la chiusura della E45

I più letti della settimana

  • Isola dei Famosi 2019: cast, concorrenti, puntate e tutte le anticipazioni

  • Il duro messaggio di Alessandro Casillo: "Cara Maria, ecco perché ho lasciato Amici"

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi sabato 16 marzo 2019

  • Carlo Conti confessa: "Ho ripreso al volo mia moglie Francesca"

  • Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

  • Belen rompe il silenzio: "E' stato Stefano a tornare: aveva sbagliato. Non sono riuscita a costruire un'altra famiglia"

Torna su
Today è in caricamento