Licenziata perché incinta, esplode la rabbia: "Essere in gravidanza non è un reato"

Insorge il Forum delle famiglie: "Un Paese come il nostro non può accettare discriminazioni così pesanti"

"Essere in gravidanza oggi in Italia sembra essere diventato un reato o una colpa. Non occorre pietismo di fronte ad una donna che si trova in stato di gravidanza, ma piuttosto grande stima e rispetto. Come donne ci sentiamo offese e umiliate, come vicepresidenti del Forum Famiglie abbiamo cercato di creare una rete di amicizia tra donne che si occupano di associazionismo per sensibilizzare e affrontare i temi più urgenti legati alla natalità''.

E' la reazione di Emma Ciccarelli e Maria Grazia Colombo, vicepresidenti nazionali del Forum delle associazioni familiari, alla notizia, pubblicata oggi sul Corriere della Sera, del licenziamento - "l'ennesimo" - di una lavoratrice alla quale il datore di lavoro ha negato il rinnovo del contratto dopo la comunicazione della sua gravidanza. ''Un Paese come il nostro - aggiunge Colombo - non può accettare discriminazioni così pesanti. Chiediamo a ciascuno, nel proprio ambito e per le proprie competenze, di svolgere fino in fondo il proprio compito di tutela e protezione di queste donne e madri. Il Forum Famiglie, da parte sua, è da sempre sensibile e attento a questi temi, ma occorre fare presto. Tutti rilasciano dichiarazioni per la famiglia, per la natalità, contro le discriminazioni, ma poi accadono fatti come questo, circostanze che ci fanno toccare con mano che la questione è seria''.

Mamma licenziata da Ikea: "Sbalorditi dalla sentenza, la battaglia di Marica va avanti" 

''Un figlio è sempre una risorsa, mai un peso o un problema - prosegue la vicepresidente del Forum Famiglie - è un investimento per la società e per il Paese. E uno Stato che non rispetta la sacralità della vita è uno Stato povero, culturalmente e umanamente''.

Le fa eco l'altra vicepresidente del Forum Famiglie, Emma Ciccarelli: ''Come tante altre donne, anch'io mi sono trovata a vivere in prima persona discriminazioni come questa. So che cosa comporti per una neo-mamma tutto questo: maggiori incertezze, nuove preoccupazioni, timori e dubbi sul futuro personale e del figlio in arrivo''. ''Serve una risposta di sistema rispetto a questi problemi. Fare un figlio non è solo un fatto privato. Parliamo di nuove generazioni che si donano al Paese in una fase storica caratterizzata, peraltro, da un'emergenza demografica senza precedenti. Sono convinta che episodi di questo tipo non debbano più accadere'', conclude Ciccarelli.

Cassiera ritaglia i punti del Mulino Bianco, confermato licenziamento per "giusta causa" 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Cosa credono,di essere migranti,che pretendono diritti da paese civile,in Italia?

    • E tu , invece? Per quanto avevi scritto in merito ad un uomo che PICCHIAVA la convivente a Vische? E a quanto avevi scritto in merito ad Alfie se fosse venuto in Italia? “

  • Avatar anonimo di Fred
    Fred

    Volete la parità? Allora o pure i colleghi restano in cinto oppure nessuni

    • Avatar anonimo di Fred
      Fred

      è una battuta! Magari qualcuno/a nn capusce

Notizie di oggi

  • Politica

    Perché la richiesta di autonomia delle Regioni può mettere in crisi il governo

  • Politica

    Diciotti, conto alla rovescia per il processo a Salvini: decide la Rete

  • Attualità

    Pedofilia, verso il vertice di Papa Francesco: "Così la Chiesa deve combattere gli orchi"

  • Cronaca

    Rogo nella tendopoli dei braccianti, Salvini: "Sgombereremo le baracche"

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dall'11 al 17 febbraio 2019

  • Isola dei Famosi 2019: cast, concorrenti, puntate e tutte le anticipazioni

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi giovedì 14 febbraio 2019

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi martedì 12 febbraio 2019

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi sabato 9 febbraio 2019

  • Sanremo 2019, la Rai rischia una multa da 5 milioni di euro: “Voto del pubblico ribaltato”

Torna su
Today è in caricamento