Manuel Bortuzzo, la confessione dei due sospettati: “Era buio, non volevamo colpire lui”

Due ragazzi di 24 e 25 anni, sospettati di essere collegati al ferimento del giovane nuotatore, sono stati interrogati in Questura a Roma. Il papà di Manuel: “Adesso sa che non potrà più camminare”

Manuel Bortuzzo (Foto da Instagram)

Sembra essere arrivata una svolta nel caso di Manuel Bortuzzo, il giovane nuotatore di Treviso ferito da un colpo di pistola all'Axa, nella notte tra sabato 2 e domenica 3 febbraio. Due ragazzi di 24 e 25 anni di Acilia si sono presentati spontaneamente in Questura a Roma insieme ai loro avvocati  e durante l'interrogatorio avrebbero rilasciato una confessione: “Era buio, non volevamo colpire lui”. I due sarebbero stati individuati grazie alle descrizioni fisiche dei testimoni da cui sono stati realizzati due identikit. Uno dei due ha un doppio taglio di capelli.

Manuel Bortuzzo, trovata una pistola

Nel frattempo era stata rinvenuta una pistola nei pressi del pub di piazza Eschilo all'Axa a Roma. La polizia sta indagando e gli esami chiariranno con certezza se si tratta dell'arma utilizzata per sparare al giovane. Intanto il ministro della Salute Giulia Grillo ha espresso attraverso un tweet la vicinanza al giovane ferito: “La storia di Manuel Bortuzzo mi ha toccato profondamente. Sono vicina a lui, ai suoi familiari e al personale sanitario che sta facendo tutto il possibile per questo splendido ragazzo colpito ingiustamente nel fiore degli anni”.

Il padre di Manuel: “Adesso sa che non potrà camminare”

“Gli abbiamo detto che non potrà più camminare - ha detto Franco Bortuzzo, il padre di Manuel, in un video pubblicato dal 'Corriere.tv' -, ma anche che lo porteremo in un centro specializzato che gli darà ottime possibilità di migliorare la sua vita. E' forte e quindi ce la farà sicuramente”. “Manuel -dice il papà - mi ha detto: 'mi sento mancare la parte di sotto', lui è consapevole della sua situazione, non avrà bisogno di psicologi perché è una persona forte e penso che troverà da solo la forza per superare quanto gli è successo. Non ha pianto -continua commosso- io mi aspettavo una reazione diversa quindi vuol dire che sa che ce la faremo”.

“Domani scioglieranno la prognosi, in meno di due giorni beve e mangia da solo -racconta ancora il padre di Manuel al 'Corriere.tv'- Noi non smettiamo mai di sperare e nemmeno lui. La polizia sta facendo il suo lavoro in maniera esemplare, è stata ritrovata la pistola, quando starà meglio saranno le forze dell'ordine a chiedergli cosa è successo, se si ricorda, per ora sono felice che sia vivo”.

Salvini: “Chi ha sparato deve finire in galera”

''Grazie alle Forze dell'Ordine per il consueto impegno e l'alta professionalità. Gli infami che hanno sparato a Manuel Bortuzzo devono marcire in galera: spero vengano individuati con certezza al più presto''. Lo dice il ministro dell'Interno Matteo Salvini, commentando le novità investigative dopo la sparatoria di sabato notte.

Guarda anche

Il messaggio audio di Manuel Bortuzzo: "Tornerò più forte di prima"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (17)

  • Poverino. Una vita distrutta per colpa di due deficienti. E le pistole come vanno in mano a questi qua senza porto d ‘armi? Ah già... La mafia. Ci colpa sempre lei. Viviamo in un paese bizzarro

  • sempre da ringraziare quelle persone ( avvocati ) che fanno il mestiere solo per soldi complici della mala giustizia ….dalle mie parti ce ne uno che con 70 mila euro anche se hai ammazzato una persona ti tira fuori ! buona giornata ciao a tutti

  • il disegno criminoso posto in essere è andato a buon fine, anche se il soggetto passivo del reato è diverso. gli elementi sussistono tutti. invece i testimoni che hanno visto buttare la pistola sono falsi. l arma avrebbe avuto al suo interno o bossoli visto che trattasi di 38 sw. tutto artato una mattina dopo.

  • Uno è pure padre. Povero figlio

    • entrambi purtroppo

  • Con le leggine che abbiamo, puniamoli secondo i metodi montessoriani : caramellina e paternale, subito dopo: liberi! (ma se Manuel fosse stato mio figlio......)

  • Quindi la colpa è del buio.... hanno già imparato la recita

  • ilmpiccati per le palle...come si fa a sparare alla cieca....povero ragazzo una vita distrutta da 2 criminali imbecilli.

  • .... e no, difesa maldestra. l arma non è stata gettata durante la fuga, di contro avrebbe contenuto nel tamburo i bossoli. ma questo non è un problema si mette una cartuccia identica all ogiva che ha attinto la vittima si esplode e poi le si comparano si proverà che l arma utilizzata è quella. per quanto attiene al colpo partito per caso, tesi non sostenibile poichè sono tre colpi tutti concentrati sul bersaglio, quindi professionisti. la vittima non era lui, bene, quindi tutta la predeterminazione a compiere il reato è stata posta in essere. ma per altro. risponderanno di tentato omicidio aggravato in concorso, lesioni gravissime perenni, uso e porto d armi da fuoco illegale, esplosione di colpi d arma da fuoco in luogo abitato. non meno di 15 anni reclusione. agli inquirenti consiglio l immediata ricerca dei bossoli nei luoghi pertinenti ai confessi, ....anche quelli nuovi sopraggiunti.

  • Sparategli in bocca

  • Furbi i due miserabili a consegnarsi, chiaramente dietro consiglio, per le attenuanti. Ma poi che signi@#?*%$,"Era buio, non volevamo colpire lui" e allora CHI e PERCHÈ volevano colpire? Questo almeno lo dovranno spiegare. Uscirà fuori la solita storia di droga e criminalità. Salvini dice che dovranno restare in carcere; perchè gli vorrebbe dare una vacanza premio?

    • Mi pare evidente, i furbastri ora stanno cercando il modo di cavarsela con poco...mentre quel povero ragazzo rimarrà segnato a vita! ????????????????

    • Paradossalmente potrebbero non farsi neanche un giorno di carcere se riescono a beccarsi come reato imputato solo la lesione personale gravissima colposa (da 3 mesi a 2 anni di carcere) e non il tentato omicidio... Sai quante cazzate tireranno fuori loro (e gli avvocati), che erano ubriachi, drogati, pioveva quindi non hanno mirato, che volevano sparare in aria per spaventare ma gli è partito un colpo ecc.

      • Mah, la vedo dura... l'art. 56 CP è più che chiaro, al proposito, ed altettanto chiara la loro dichiarazione: è stato uno scambio di persona. Che poi sconteranno realmente la pena è un'altra faccenda: questo in Italia non accade quasi mai. Tranne, forse, alle persone oneste finite in galera per errore.

    • Perché purtroppo in questo paese non va in carcere nemmeno chi ammazza....

      • Questa è l'italietta che meritano i miei figli?

        • No. I nostri figli meritano di meglio.

Notizie di oggi

  • Politica

    Di Maio e il nuovo M5s di lotta e di governo: basta sconti a Salvini

  • Economia

    Pensioni, con la nuova indicizzazione ci perdono (quasi) tutti

  • Economia

    Perché l'Ue ha multato la Nike per 12,5 milioni di euro

  • Politica

    Basilicata, alle elezioni vince il generale della Finanza designato da Berlusconi

I più letti della settimana

  • Isola dei Famosi 2019: cast, concorrenti, puntate e tutte le anticipazioni

  • Belen rompe il silenzio: "E' stato Stefano a tornare: aveva sbagliato. Non sono riuscita a costruire un'altra famiglia"

  • Carlo Conti confessa: "Ho ripreso al volo mia moglie Francesca"

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 25 al 31 marzo 2019

  • Pensioni, c'è una novità importante sugli assegni in pagamento ad aprile

  • Torna l'ora legale: lancette da spostare (e gli effetti sul nostro organismo)

Torna su
Today è in caricamento