Sente le urla della moglie e stende con un pugno l'uomo che stava provando a stuprarla

Arrestato un uomo di 35 anni, in fuga un suo complice. A scongiurare la violenza sessuale è stato il marito della vittima che è rientrato di corsa nell'appartamento e ha colpito uno degli aggressori: la ricostruzione

Foto di repertorio

È corso in casa e con un pugno ben assestato ha steso l’uomo che stava per stuprare la moglie. I fatti (che risalgono alla serata martedì scorso) sono avvenuti a Palermo. A finire in manette, con l’accusa di violenza sessuale, un marocchino di 35 anni. Secondo quanto ricostruito, l’uomo ha agito insieme ad un complice che però è riuscito a far perdere le sue tracce.

Tentato stupro a Palermo: la ricostruzione

I due stavano facendo una passeggiata nella zona di piazza Magione: erano le nove di sera quando hanno notato che in un appartamento al piano terra c’era una porta aperta. Sono entrati nell'abitazione di soppiatto e all’interno hanno trovato una donna (apparentemente) sola.  

Lei, nonostante fosse impietrita dal terrore, ha provato a respingerli e cacciarli. Niente da fare. Dopo averla importunata, i due aggressori le hanno strappato di dosso la maglietta e hanno provato a sfilarle i pantaloni. La vittima ha iniziato a urlare a squarciagola, attirando l’attenzione degli abitanti del quartiere e del marito che per fortuna si trovava nelle vicinanze. L’uomo è corso dalla compagna, ha colpito con un cazzotto il 35enne e lo ha bloccato a terra fino all’arrivo della polizia. Il secondo invece è riuscito a scappare e far perdere le proprie tracce tra i vicoli della Magione.

Caccia al secondo aggressore

Pochi minuti dopo sono intervenute le volanti dell’Ufficio di prevenzione generale e soccorso pubblico che hanno ammanettato il 35enne. L’uomo è stato giudicato per direttissima e dopo la convalida dell’arresto il gip ha disposto per lui la misura cautelare della detenzione al carcere Pagliarelli in attesa del processo. La polizia ha acquisto le immagini di alcune telecamere e avviato le indagini per risalire all’identità dell’altro aggressore.

"Vieni a fare le pulizie da me": poi la minaccia di morte e la stupra per ore, arrestato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Loredana Bertè: "Abbiamo nascosto in soffitta Mimì per un anno"

  • Bollo auto, due novità importanti in arrivo dal 1° gennaio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e SuperEnalotto: estratto il 5+1 da mezzo milione. I numeri di martedì 3 dicembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e SuperEnalotto: i numeri di sabato 7 dicembre 2019

  • Omicidio Nadia Orlando, Francesco Mazzega si è tolto la vita nel giardino di casa

  • Scoperto "esercito" di badanti evasori totali: alcuni prendevano pure la disoccupazione

Torna su
Today è in caricamento