Medici e operatori nel mirino dei violenti: ci sono dieci aggressioni ogni giorno

Oltre 1.200 denunce all’Inail, la denuncia del sindacato Annao Assomed. Tra i profili più colpiti i medici di pronto soccorso e guardia medica

Foto di repertorio (ANSA)

Crescono le aggressioni fisiche e verbali nei confronti degli operatori sanitari. Dati allarmanti soprattutto al Sud e nei pronto soccorso. "Sono oltre 1.200 le denunce 'ufficiali' all'Inail ogni anno per aggressioni fisiche e verbali ai danni di operatori sanitari; sono circa 10 i casi al giorno a livello nazionale e il Sud è il più interessato dal fenomeno con il 72% degli episodi. Tra i profili più colpiti i medici di pronto soccorso e guardia medica (80,2%), psichiatria (34,12%) e Ser.T (20,26%). Il 70% delle violenze è diretta alle donne".

A ricordare la preoccupante fotografia è l'Annao Assomed Campania (i dati sono stati forniti dall'Inail).  L'Anaao vigila da tempo sul fenomeno su tutto il territorio nazionale e ancora di più in Campania "dove, anni di commissariamento e mancata programmazione, hanno ridotto sensibilmente la fiducia dell'utenza verso il sistema sanitario pubblico", sottolinea il sindacato. .

Medici e operatori nel mirino dei violenti, i motivi delle aggressioni

Già lo scorso giugno il sindacato aveva lanciato l'allarme segnalando "un'escalation progressiva degli episodi di violenza contro gli operatori sanitari: dal recente tentativo di strangolamento di un medico di pronto soccorso, fino a stupri e vere e proprie spedizioni punitive da parte di gruppi organizzati contro i medici". 

Stando al report reso noto dall'Anaoo a giugno le cause delle aggressioni sono da riferire soprattutto a: fattori socio-culturali per il 37,2%, definanziamento del Servizio sanitario nazionale per il 23,4%, carenze organizzative per il 20%, carenze di comunicazione per l'8,5%. Sorprendenti infine le risposte all'ultimo quesito, relativo al ruolo del sindacato come tutore della sicurezza degli operatori: il 56,4% non sa se il problema viene trattato ai tavoli sindacali, mentre il 30,8% è convinto che non venga mai discusso.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Salario minimo, anche in Italia una retribuzione "proporzionata e sufficiente" per legge?

  • Attualità

    Anche il Veneto richiama i medici pensionati, l’allarme: “Preludio al default del Ssn”

  • Economia

    Crescita, il decreto col bonus per la casa che può diventare un "condonino"

  • Economia

    Bollette luce e gas, arriva una buona notizia (ma non per tutti)

I più letti della settimana

  • Isola dei Famosi 2019: cast, concorrenti, puntate e tutte le anticipazioni

  • Belen rompe il silenzio: "E' stato Stefano a tornare: aveva sbagliato. Non sono riuscita a costruire un'altra famiglia"

  • Carlo Conti confessa: "Ho ripreso al volo mia moglie Francesca"

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 25 al 31 marzo 2019

  • Ballando con le stelle 2019, tutte le coppie (tranne Suor Cristina che balla da sola)

  • Estrazioni oggi Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di sabato 23 marzo

Torna su
Today è in caricamento