Migranti, in 227 sulle navi delle ong verso i porti italiani

Open Arms e Sea Watch sbarcheranno nei porti di Messina e Taranto. Dal ministero dell'interno il via libera dopo il pre-accordo di redistribuzione dei richiedenti asilo con Francia, Germania, Portogallo e Irlanda

migranti a bordo di sea watch foto da twitter oscar camps

Open Arms e Sea Watch sbarcheranno - rispettivamente - nei porti di Messina e Taranto. Le navi delle due ong da giorni erano in navigazione nel Mediterraneo centrale nel corso della missione di soccorso di eventuali migranti in partenza dalle coste libiche.

Il ministero dell'interno italiano ha sottolineato che Francia, Germania, Portogallo e Irlanda hanno dato la loro disponibilità ad accogliere i richiedenti asilo che si trovano a bordo delle due navi, sulla base delle "pre-accordo di Malta".

In particolare a bordo dell'imbarcazione della ong spagnola Open Arms vi sono da quattro giorni 118 persone.

A bordo dell'imbarcazione della ong tedesca SeaWatch vi sono invece 119 persone dallo scorso 10 gennaio.

Il fondatore della Ong Oscar Camps twetta la sua soddisfazione auspicando in un meccanismo automatico di sbarco e ridistribuzione "senza gli sporchi accordi con Libia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Belen contro Barbara d'Urso: l'affondo durante una diretta su Instagram

  • Coronavirus, dalla suola delle scarpe alle verdure: i chiarimenti dell'Iss

  • Coronavirus, come sono cambiati i trasporti pubblici durante l'epidemia

  • Coronavirus, a Rimini guarisce anziano di 101 anni: è nato durante l'epidemia di spagnola

  • Coronavirus, lo stop dei benzinai: "Chiudiamo gli impianti: prima sulle autostrade, poi gli altri"

  • Coronavirus, Mattarella ha firmato il decreto: da oggi al via la nuova stretta, cosa cambia

Torna su
Today è in caricamento