L'Italia resta isolata, no all'apertura di altri porti Ue per i migranti

Sul tema sbarchi al G20 di Tallin i ministri degli Esteri di altri Paesi Ue fanno fronte comune. Dal commissario per le migrazioni Avramopoulos un'altra doccia fredda: "Il mandato della missione Triton non cambia"

"Non sosteniamo la cosiddetta regionalizzazione delle operazioni di salvataggio". Queste le parole del ministro dell'Interno tedesco Thomas de Maizier a Tallin per il G20, chiudendo anche lui alla proposta di condividere con gli altri Stati l'accogliena dei migranti salvati nel Mediterraneo. A fargli eco anche Olanda e Belgio. Per il ministero della Sicurezza olanese Stef Blok "aprire più porti" non risolverà il problema dei migranti soccorsi mentre "bisogna pensare al ruolo che i porti africani potrebbero avere".

MIGRANTI, ORA L'ITALIA LANCIA UN SOS ALL'EUROPA

Stessa posizione da parte del ministro per l'Asilo e la politica migratoria belga Theo Francken: "Non credo che il Belgio aprirà i suoi porti". Chiusura anche dalla Spagna: "L'Italia ha chiesto aiuto, e noi vogliamo dargliene, ma i porti della Spagna sono sottoposti ad una pressione importante nel Mediterraneo occidentale, aumentata del 140%, che impone anche a noi un grosso sforzo per i salvataggi in mare", ha detto il ministro dell'Interno spagnolo Juan Ignacio Zoido

Quanto alla proposta italiana di cambiare il mandato della missione Triton, il commissario Ue per le migrazioni Dimitris Avramopoulos ha posto il proprio niet: il mandato "è ben definito e molto ben chiaro" e "si tratta di migliore l'attuazione di quanto già concordato, fanno già un lavoro molto buono". 

Il ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian, durante un incontro alla Farnesina con il suo omologo italiano Angelino Alfano, ha espresso preoccupazione per la situazione del Mediterraneo centrale. "Il vertice dei ministri degli Interni che si svolgerà Tallinn dovrebbe consentire di mettere le basi per una risposta europea al fenomeno" migratorio, ha aggiunto il ministro francese sottolineando che "è priorità europea e non solo della Francia o dell'Italia collaborare su un Paese chiave come la Libia che deve uscire dalla crisi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, ecco cosa cambia davvero dal 1° gennaio 2020

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

  • Bollette luce e gas, buone notizie per metà delle famiglie italiane

  • Prende il reddito di cittadinanza ma ha un bar: la sanzione è da capogiro

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 14 dicembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 12 dicembre 2019

Torna su
Today è in caricamento