Migranti, la Sea Watch 3 a Taranto: a bordo 119 persone

La nave è arrivata nel porto pugliese dopo aver ottenuto il permesso del ministero dell'Interno. I migranti resteranno nell'hotspot per massimo 72 ore, poi verranno redistribuiti in altre località

Foto di repertorio

Dopo aver ottenuto il permesso dal ministero dell'Interno, la nave Sea Watch 3 è arrivata nel porto di Taranto. A bordo dell'imbarcazione ci sono 119 migranti, raccolti in mare in tre diverse operazioni avvenute la scorsa settimana. Dopo le operazioni di accoglienza e assistenza, gli stranieri verranno trasferiti all'hotspot del porto per la procedura di identificazione. 

Migranti, Sea Watch 3 a Taranto: dove andranno i migranti

Nell'hotspot resteranno al massimo per 72 ore, poi verranno spostati e trasferiti in altre località. Dove? Il Viminale, nella nota diffusa nei giorni scorsi in cui assegnava la Open Arms al porto di Messina e la Sea Watch 3 a quello di Taranto, aveva anticipato che "Francia, Germania, Portogallo e Irlanda hanno già dato la loro disponibilità ad accogliere i richiedenti asilo a bordo".

"La disponibilità è stata offerta sulla base dell’apertura della procedura di ridistribuzione dei migranti a livello europeo avviata dalla Commissione Ue anche sulla scorta del pre-accordo di Malta".

La notizia dell'assegnazione della Sea Watch 3 al porto di Taranto era sta accolta con grande gioia dalle persone a bordo, stremate dopo aver sostenuto un infernale viaggio in mare:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'Italia assegna a #SeaWatch un #PortoSicuro a #Taranto. La gioia a bordo è inspiegabile, così come il nostro sollievo. Auspichiamo di arrivare presto a un meccanismo di sbarco e redistribuzione automatico, senza sporchi accordi con la #Libia. Avanti!": questo il tweet dell'account Sea Watch Italy.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Heather Parisi: "La seconda quarantena a Hong Kong? Ecco come stanno davvero le cose"

  • Coronavirus, dagli alimenti alle banconote: a cosa stare attenti quando facciamo la spesa

  • Coronavirus, l'appello disperato di Linda da Londra: "Ci lasciano morire soli a casa come animali"

  • Coronavirus, perché i contagi restano stabili: "Il paradosso del plateau"

  • Coronavirus, Renga: "Nella mia Brescia una tragedia, i nonni non ci sono più"

  • Amedeo Minghi ricoverato: "Avervi accanto è importante" (VIDEO)

Torna su
Today è in caricamento