Maltempo e neve in pianura: la furia di Attila si sposta al centro-sud

Disagi in Emilia Romagna. Ecco le previsioni meteo

Foto BolognaToday

Dopo il maltempo e anche la neve in pianura su diverse zone appenniniche, il ciclone Attila si appresta ad infierire sulle regioni adriatiche e su gran parte del sud Italia. La redazione web del sito www.iLMeteo.it comunica che nel corso di martedì 14 il tempo peggiorerà fortemente su Marche meridionali, Abruzzo e Molise con nubifragi attesi dalla serata e per gran parte di mercoledì 15.

Piogge e temporali anche su Sardegna orientale e su gran parte del Sud. Precipitazioni abbondanti anche in Puglia, ma non è finita qui…. Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it, avvisa che da mercoledì sera altre piogge diffuse e localmente intense colpiranno i settori ionici e giovedì insisteranno su Abruzzo meridionale, Molise, Gargano.

In questi tre giorni la neve cadrà sull’Appennino a quote via via più elevate e a partire dai 1400 metri di martedì sera. Tempo che migliorerà gradualmente venerdì 17 quando i temporali potranno interessare palermitano, messinese, reggino e alcune zone della Puglia. Bel tempo al Nord e poi sul resto del Centro.

Neve sull'Appennino: migliaia di residenti senza corrente

Sono stati una settantina gli interventi dei Vigili del Fuoco questa notte, in massima parte lungo la dorsale appenninica, per far fronte alla nevicata novembrina che nella mattinata di ieri ha attraversato tutto il territorio metropolitano di Bologna. Sono ancora in corso le operazioni di ripristino della rete elettrica, che a causa dei rami spezzati e finiti sui cavi della media e bassa tensione hanno comportato, nella serata di ieri, l'interruzione della corrente per migliaia di utenze.

Tra Rioveggio e Monzuno e tra Badia e Castiglione Pepoli alcuni camion sono finiti di traverso lungo le strade provinciali in prossimità delle uscite autostradali. Per oggi rimangono chiuse le scuole a Marzabotto, Monterenzio e Castiglione Pepoli. Ripristinata completamente invece la situazione sulla linea Ferrovieria Bologna Porretta, dove ieri nel primo pomeriggio un treno era stato colpito da un ramo, mandando in tilt linea eletrica e ferroviaria.

La neve a novembre ha colto un po’ di sorpresa, soprattutto perché i principali modelli meteorologi la davano probabile a basse quote, non certamente in pianura. Meno sorpresi della novità gli esperti dell’Osservatorio Geofisico del DIEF – Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Unimore, come scrive ModenaToday.