Fredy Pacini, i carabinieri raccontano un'altra storia: "Sono due e non 38 i furti subiti"

Fare piena luce è doveroso, perché c'è un giovane che ha perso la vita. Stava tentando un furto in azienda nell'Aretino quando è stato colpito a morte dai proiettili esplosi dal gommista. Oggi fiaccolata di solidarietà per Pacini, i concittadini stanno dalla sua parte

Foto: Ansa

Fare piena luce è doveroso, perché c'è un giovane che ha perso la vita un uomo di 29 anni, moldavo. Stava tentando un furto nell'azienda di Fredy Pacini a Monte San Savino, nell'Aretino, quando è stato colpito a morte dai proiettili esplosi dal gommista. L'uomo più volte in passato aveva raccontato di essere ormai "esasperato" per i continui furti: ben 38 nel passato recente, secondo quanto dichiarato dallo stesso Pacini.

Fredy Pacini, colpo di scena nelle indagini: chi è davvero la vittima

I conti ai carabinieri però non tornano: risultano infatti sei denunce in 4 anni, di cui solo due a seguito di un furto consumato, le altre quattro per tentato furto. A fare chiarezza è il comandante del nucleo operativo dei carabinieri di Arezzo, Giovanni Rizzo, intervistato dall'agenzia Agi: "A noi risultano sei denunce da parte di Pacini - spiega - dal 2014 a oggi, che diventano forse una decina andando più indietro negli anni. Certo non 38, come aveva dichiarato già mesi fa lo stesso Pacini. Probabilmente, visto che dal 2014 dormiva all'interno della sua azienda, l'imprenditore avrà contato tutte le volte in cui ha avuto la sensazione che qualcuno stesse cercando di entrare, ma per noi contano le denunce ovviamente, e queste sono state sei dal 2014 a oggi, di cui solo due relative a un furto effettuato".

Le indagini sono in corso

Le indagini sono in corso, in giornata il gommista dovrebbe essere sentito dal pm che coordina le indagini, Andrea Claudiani. Ulteriori informazioni utili per fare chiarezza su quanto accaduto si attendono dall'autopsia. L'esame autoptico sarà eseguito all'ospedale San Donato di Arezzo dall'equipe di medicina legale dell'Università di Siena incaricata dalla Procura aretina.Continuano intanto a largo raggio le ricerche del complice del moldavo ucciso, che dopo essersi introdotto nel capannone di via della Costituzione, nella zona industriale e artigianale di Monte San Savino, è scappato riuscendo a far perdere per ora le proprie tracce.

E' terminata l'attività scientifica con i rilievi nell'area dove è avvenuto l'omicidio, con il sequestro di numerosi reperti, tra cui la pistola Glock regolarmente detenuta e denunciata con cui Pacini ha esploso cinque colpi. Sequestrati anche gli strumenti utilizzati dai ladri per infrangere la vetrata attraverso la quale si sono introdotti nel capannone per tentare il furto.

Oggi fiaccolata di solidarietà per il gommista

Nel frattempo in segno di solidarietà nei confronti di Pacini è stata organizzata una fiaccolata nelle strade del centro storico di Monte San Savino. L’annuncio è stato dato sulla pagina Facebook ‘Io sto con Fredy’, nata spontaneamente per dare solidarietà al commerciante. La pagina ha raccolto quasi 21mila adesioni e pubblica un post in cui si indica come scopo dell’iniziativa quello  “di mettere in comunicazione più gente possibile, nel minor tempo possibile e cercare di raccogliere idee e proporre iniziative a scopo di solidarietà nei confronti di Fredy”.

"Ho il cuore a pezzi, ma sono tranquillo con la coscienza"

La furia di alcuni commentatori ha spinto però gli amministratori del gruppo Facebook a formulare alcune "doverose comunicazioni", a partire dal fatto che il gruppo è stato creato "solamente ai fini di solidarietà nei confronti di Fredy". "Purtroppo molti non hanno recepito il messaggio e lo utilizzano per scrivere post di natura politica, pubblicitaria e per riversare la propria rabbia nei confronti delle Istituzioni o di  qualsiasi altra figura a loro antagonista", si legge nel post. "Non siamo qui per giudicare nessuno, ma solo per raccogliere iniziative e soprattutto fondi per sostenere le spese che Fredy dovrà sostenere nei confronti dei consulenti esterni e per spese accessorie".

tonjoc vitalje ansa-2

L'uomo ucciso dal titolare di una rivendita di gomme all'interno della quale si era introdotto l'uomo, Monte San Savino (Arezzo), 28 novembre 2018. ANSA/UFFICIO STAMPA/CARABINIERI

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (18)

  • Purtroppo se subisci un torto ti deve difendere lo stato e se non ci riesce devi subire. Se ti difendi diventi subito il cattivo di turno, quello che vuole il far west o quello che vuol fare il giustiziere. Provo pietà per il morto ma più pietà per Fredy che, comunque vadano le cose, non so se riuscirà a riacquistare serenità.

  • Forza Pacini!!! Hai fatto bene!! Sei un esempio da seguire ????

  • Dato il posto e l'ora con le leggi a sfavore anche se hai ragione accollandosi tutte le spese legali...una cosa ha sbagliato,prendere lo straniero o kikkessia avvolgerlo in un sacco...buttarlo al largo...senza chiamare nessuno.... solidarietà al gommista...la prossima volta...onde evitare lunghi processi vallo a buttá ndar cess :-(

  • Ha fatto bene, Devono ucciderne uno al giorno. Ma cos’è da pazzi...quindi se ne ha subito due non ha diritto alla difesa.....e quindi visto che era incensurato doveva avere una seconda chance?!?! ???????????????? lunga vita al gommista! Uno al giorno ne devono eliminare di questi bastardi

  • Ah beh, se era solo il secondo allora doveva aspettare qualche altro furto prima di sparare. Non si può nemmeno più rubare in pace!

  • bisognerebbe denunciare lo stato!! altro che processo,ha subito piu' furti,e nessuno e' stato in grado di difendenderlo!!! ma noi italiani siamo un popolo di fessi,tante parole e zero fatti...il giorno del processo,diecimila persone incaxxate li davanti,ad aspettare la sentenza....

  • Il fatto che non abbia subito 38 furti , ma 2 o anche 1, ha avuto il diritto di difendersi e difendere,

  • Anche se fosse il primo furto ha fatto bene. Questa e casa nosrra. Via i ladri e migranti.

  • Tentato furto oppure furto il passo è breve, sono 6.... in ogni caso potrebbe aver omesso di segnalare gli altri tentati furti (personalmente l'ho omesso pure io, quale è il problema?) In ogni caso chi entra a casa mia si assuma le responsabilità di ciò che può succedere, entri a casa mia, capisci che vuol dire? CASA MIA....

  • solidarietà a questa persona che per difendere il suo ha dovuto uccidere un uomo. Anche se i furti subiti non sono 38 ma 2, non vedo perchè debba esser negata agli italiani la possibilità di difesa. HA FATTO BENE!

  • anche se non avesse avuto precedenti furti ha fatto più che bene a sparargli per il solo fatto che è entrato con un piccone...cosa doveva aspettare quel povero cristo che si è difeso a casa propria...di ricevere una picconata in testa?...

  • O 2 o 38...nessuno dovrebbe permettersi di entrare in proprietà privata...con intenti di rubare...chi lo fa da a cosa va incontro...Ha fatto bene...se fosse stato ucciso il proprietario?I giornali tutti a scagliarsi contro gli extracomunitari...LEGGE DEL TAGLIONE!

  • Ultimamente la sensazione che la polizia serva solo per elevare multe è sempre più diffusa, la difesa di un uomo solo a casa che si vede violare lo spazio privato con un tentativo di furto secondo me non è solo legittima ma doverosa, se fai il ladro calcola che puoi lasciarci le penne. Scommettiamo che se tutti iniziano ad armarsi uno dei solito commando dell’est ci pensa un attimo prima di assaltare la solita villetta con coniugi soli all’interno

  • sicuramente ha omesso di denunciare visto che sono servite a nulla.

  • Se commettono furti lo fanno con qualunque mezzo e azione non stanno certo a vedere se uccidono il proprietario o no..... Il gommista era solo a casa sua si è solo difeso dalla sottrazione dei suoi beni e della sua vita stessa

  • Stica, sparo subito, c'è un bonus per il primo furto?!? Si cancella?!?

  • la difesa è sempre legittima

  • quindi se sono due e non 38 ho l'obbligo di farmi rapinare stando fermo? Ma guarda che stro#nzata!!!

Notizie di oggi

  • Politica

    Ecotassa, pensioni d'oro e reddito di cittadinanza: i punti di frizione tra Lega e M5s

  • Economia

    Manovra, si tratta con l'Ue: il vero problema è la quota 100

  • Cronaca

    Ucciso nel sonno a Palermo, arrestati la moglie e due figli: hanno confessato

  • Cronaca

    “Ciao Antonio, eri il migliore di noi”: Megalizzi nelle parole di amici e colleghi

I più letti della settimana

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di giovedì 13 dicembre 2018

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di lunedì 10 dicembre

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di martedì 11 dicembre 2018

  • Tassa sulle auto, beffa in arrivo: il paradosso della nuova legge

  • Sondaggi, Salvini sorride "solo a metà": c'è un'inattesa brutta notizia per lui e per Di Maio

  • Fabrizio Corona aggredito nel bosco della droga: "Pestato con le mani e con i bastoni"

Torna su
Today è in caricamento