Papa Francesco, svolta sull'aborto: "Perdono alle donne pentite"

In vista del Giubileo il papa chiede una grande amnistia. E concede ai preti la facoltà di assolvere in caso di aborto: "Il perdono di Dio non può essere negato a chi si è pentito"

Papa Francesco in Piazza San Pietro (Infophoto)

Pieno perdono a quelle donne che nella loro vita sono ricorse alla pratica dell'aborto e si sono pentite di quanto fatto. A dirlo è stato papa Francesco che, in una Lettera al Presidente a monsignor Rino Fisichella, ha reso note alcune sue disposizioni per poter accedere al perdono giubilare.

Francesco parla di "dramma dell`aborto", come uno  "dei gravi problemi del nostro tempo" sospinto da "una mentalità molto diffusa che ha ormai fatto perdere la dovuta sensibilità personale e sociale verso l`accoglienza di una nuova vita". 

Un dramma, quello dell'aborto, che è vissuto, però, "da alcuni con una consapevolezza superficiale, quasi non rendendosi conto del gravissimo male che un simile atto comporta. Molti altri, invece, - sottolinea il pontefice - pur vivendo questo momento come una sconfitta, ritengono di non avere altra strada da percorrere. Penso, in modo particolare, a tutte le donne che hanno fatto ricorso all`aborto".

Francesco sottolinea di conoscere bene "i condizionamenti che le hanno portate a questa decisione. So che è un dramma esistenziale e morale. Ho incontrato tante donne - rivela - che portavano nel loro cuore la cicatrice per questa scelta sofferta e dolorosa. Ciò che è avvenuto è profondamente ingiusto; eppure, solo il comprenderlo nella sua verità può consentire di non perdere la speranza".

"Il perdono di Dio a chiunque è pentito non può essere negato, soprattutto quando con cuore sincero si accosta al Sacramento della Confessione per ottenere la riconciliazione con il Padre. Anche per questo motivo ho deciso, - scrive e dispone il Pontefice - nonostante qualsiasi cosa in contrario, di concedere a tutti i sacerdoti per l`Anno Giubilare la facoltà di assolvere dal peccato di aborto quanti lo hanno procurato e pentiti di cuore ne chiedono il perdono".

Papa Bergoglio si rivolge, quindi, ai sacerdoti perché, sottolinea, "si preparino a questo grande compito sapendo coniugare parole di genuina accoglienza con una riflessione che aiuti a comprendere il peccato commesso, e indicare un percorso di conversione autentica per giungere a cogliere il vero e generoso perdono del Padre che tutto rinnova con la sua presenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Loredana Bertè: "Abbiamo nascosto in soffitta Mimì per un anno"

  • Estrazioni Lotto oggi e SuperEnalotto: i numeri di sabato 7 dicembre 2019

  • Prende il reddito di cittadinanza ma ha un bar: la sanzione è da capogiro

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 5 dicembre 2019

  • Reddito di cittadinanza a tutta la famiglia col trucco dell'indirizzo: li hanno scoperti

Torna su
Today è in caricamento