Il Ponte di Celico e il pericolo crollo: a febbraio partono i lavori di messa in sicurezza

Il viadotto che collega Crotone a Cosenza è stato sottoposto a continui monitoraggi e sono state fatte prove di carico che hanno dimostrato la possibilità di transito

Il Ponte di Celico collega le città di Crotone e Cosenza lungo la strada Statale 107

"Mi fa paura passarci. Credo che fino a quando non ci sarà il morto diranno sempre per tranquillizzare che è sicuro, ma per voi diciamoci la verità vi sembra un ponte sicuro? Non credo! Andrebbe chiuso e rifatto". Dopo le tante segnalazioni degli automobilisti sulla pericolosità del Ponte di Celico - conosciuto anche come viadotto Cannavino - dal mese di febbraio partiranno i lavori di messa in sicurezza della struttura.

Il piano di interventi sul viadotto che collega le città di Crotone e Cosenza lungo la strada Statale 107 è stato illustrato nel corso del consiglio comunale di Celico, cittadina cosentina. I lavori, secondo le previsioni, dureranno quattro mesi e il viadotto Cannavino sarà interdetto al traffico per venti giorni.

Per la sicurezza degli automobilisti, già da giorni sul Ponte di Celico sono presenti alcuni sensori che percepiscono qualsiasi tipo di movimento, anche millimetrico, della struttura. Nei mesi scorsi il viadotto è stato sottoposto a continui monitoraggi e sono state fatte prove di carico che hanno dimostrato la possibilità di transito veicolare sullo stesso, così come aveva dichiarato dall’Anas.

IL PONTE VISTO DAL DRONE: GUARDA IL VIDEO

ponte celico video-3-2-2