Ponte Morandi, Genova non vuole perdere tempo: "Sarà demolito in 30 giorni"

In un mese dovrebbe essere pronto il piano e da quel momento, a fine settembre o al massimo inizio ottobre, inizierà la demolizione vera e propria, che durerà 30 giorni

Ansa

Trenta giorni per demolire quel che resta del ponte Morandi, nel cui crollo a Genova sono morte 43 persone. "Del piano possiamo dire che sarà, dove tutti i sopralluoghi vadano a buon fine, più breve del previsto: 30 giorni per l'esecuzione del piano stesso". E si dovrebbe iniziare tra circa un mese. In 30 giorni dovrebbe essere pronto il piano e da quel momento, a fine settembre o al massimo inizio ottobre, inizierà la demolizione vera e propria. Lo ha detto il governatore ligure e commissario delegato all'emergenza di ponte Morandi a Genova Giovanni Toti dopo l'incontro di ieri con Autostrade per l'Italia, al quale ha preso parte anche l'ad Giovanni Castellucci, che ha presentato le osservazioni preliminari del piano demolizione previsto per i due tronconi del viadotto Polcevera rimasti in piedi dopo il crollo.

Tronco est demolito in un giorno

"I lavori ad est dureranno una giornata, ad ovest circa in una ventina di giorni. Si partirà dalla zona est con modalità mista: demolizione meccanica della pila 10 con un sistema robotizzato di cingolati, senza impiego di esseri umani. Sulla seconda pila invece, la 11, è previsto l'utilizzo delle microcariche esplosive" ha aggiunto Toti, spiegando come sul fronte ovest invece, la parte del viadotto rimasta in piedi non sarà interessata da implosioni ma sarà smontata pezzo per pezzo.

Abbattimento di 150 appartamenti su 252

"Delle case sotto zona est circa 150 appartamenti verranno interferiti dalle demolizioni ma non è previsto al momento alcun piano di abbattimento preventivo" secondo Toti. Le stime presentate durante la riunione parlano di un eventuale abbattimento contestuale di 150 appartamenti su 252 presenti nell'area attualmente sfollata sotto il troncone di levante del viadotto, che sarà demolito."In questo mese circa - ha aggiunto Toti - utilizzando sopralluoghi per definire la demolizione stessa cercheremo di comprendere e analizzare la stabilità dei tronconi per dare vita ad attività come l'ingresso di persone per il ritiro dei beni personali dalle proprie case e aprire almeno una via di collegamento sulla Val Polcevera".

demolizione-4

Grido d'allarme del porto di Genova: "Servono misure urgenti"

Toti scrive a Conte: "Serve legge ad hoc"

"Serve un provvedimento legislativo ad hoc, o da inserire all'interno del Milleproroghe o di altro atto avente forza di legge in approvazione a settembre, che deroghi o consenta ad un'apposita autorità individuata di derogare all'ordinamento italiano vigente per l'assegnazione degli appalti per la ricostruzione" spiega il presidente della Regione Liguria, che ieri sera durante il punto stampa ha spiegato il contenuto della lettera, firmata anche dal sindaco di Genova Marco Bucci, indirizzata al presidente del consiglio Giuseppe Conte e al sottosegretario Giancarlo Giorgetti che ha ad oggetto la velocizzazione delle attività di ricostruzione del viadotto. "Se il governo - ha aggiunto Toti - ritenesse opportuno nominare un commissario ad hoc, sarebbe utile che coincidesse con la struttura commissariale regionale per l'emergenza in modo da non creare sovrapposizione di ruoli e contrasti di competenze tra poteri legislativi regionali e governativi". Nel testo gli enti locali chiedono anche "ulteriori deroge per la velocizzazione di eventuali appalti che saranno dati dai vari soggetti coinvolti e una più ampia possibilità di indennizzo economico e sostegno al tessuto economico e sociale".

Crollo ponte Genova, Intesa Sanpaolo cancella i mutui per gli sfollati 

Autostrade: "Estensione della gratuità dei pedaggi"

Autostrade pronta per demolizione e ricostruzione "Abbiamo presentato - nei tempi nei quali ci eravamo impegnati a farlo - una serie di opzioni di demolizione e di ricostruzione del viadotto Polcevera, che saranno in parte sovrapposte, confermando sostanzialmente i tempi già annunciati. In ogni caso i piani potranno diventare definitivi solo dopo l'accesso ai luoghi e richiederanno integrazioni e affinamenti sul piano architettonico, da condividere con le parti interessate". Così l'amministratore delegato di Autostrade e Atlantia, Giovanni Castellucci, che aggiunge: "Su richiesta del Presidente della Regione, abbiamo condiviso un'estensione della gratuità dei pedaggi nell'area genovese, ulteriore rispetto a quella che era stata inizialmente decisa. Le modalità saranno comunicate nel dettaglio entro la giornata di domani". Poi ha continuato: "La riunione con il Presidente Toti e il Sindaco Bucci è stata molto costruttiva, come tutte le precedenti, e segna un passo in avanti importante e concreto per aiutare Genova ad affrontare le sue emergenze, nel profondo rispetto del dolore di tutte le famiglie colpite dalla tragedia e delle sofferenze dell'intera comunità genovese". Leggi su GenovaToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiede il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere un albergo da 800mila euro

  • Medico muore durante il turno di notte: aveva 28 anni

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 12 novembre 2019

  • Nuovo maxi concorso: oltre 300 posti a tempo indeterminato, si cercano laureati e diplomati

  • Tasse, chi rischia di pagare di più con la nuova Imu

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 16 novembre 2019

Torna su
Today è in caricamento