"Il nazista è troppo anziano": il processo si ferma

Archiviato il procedimento contro Gerhard Sommer, il militare nazista accusato di essere l'autore della strage di Sant'Anna di Stazzena, dove persero la vita 560 civili, per lo più bambini. Per la procura di Amburgo l'uomo, 93 anni, non è in condizioni di affrontare il processo

A Sant'Anna di Stazzemma (nei pressi di Lucca) il 12 agosto 1944 vennero uccisi dai nazisti più di 560 persone, per lo più bambini. Per quell'eccidio era imputato Gerhard Sommet, ex militare nazista di 93 anni, ma adesso tutto si fermerà: la procura di Amburgo ha archiviato il procedimento. Tutto è stato spiegato dalla sua avvocatessa Gabriele Heinecke: secondo i giudici Sommer, condannato in Italia all’ergastolo insieme ad altri 9 ex militari nazisti, non è in condizione di affrontare il processo vista la sua età.

Le indagini erano state riaperte nell'agosto del 2014, proprio a 70 anni dall'eccidio. Una brutta notizia secondo il procuratore militare di Roma Marco De Paolis, che in Italia istruì il processo conclusosi con la condanna all’ergastolo dello stesso Sommer e di altri 9 ex militari nazisti: "Questa decisione - ha detto - vista l’età dell’imputato, un po’ ce l’aspettavamo. Non mi stupisco di questo epilogo, ma mi dolgo del fatto che la giustizia tedesca non sia riuscita a raggiungere lo stesso risultato di quella italiana. Una sentenza che avesse riconosciuto la responsabilità di Sommer avrebbe avuto un valore molto importante, non solo da un punto di vista giudiziario e di ristoro morale per i parenti delle vittime, ma anche storico”. 

Rammico invece per l'attuale sindaco di Sant'Anna di Stazzema, Maurizio Verona: "Sono sconcertato ancora una volta perché i nostri superstiti, i nostri martiri restano senza la soddisfazione di vedere scritti i nomi dei criminali che hanno assassinato donne, vecchi e bambini. Ai giovani che chiamiamo a essere portavoce e costruttori di pace - ha rilevato il sindaco - dobbiamo insegnare che i crimini contro l'umanità non vanno in prescrizione e ci sarà sempre qualcuno che non si rassegnerà ad occultamenti, cavilli burocratici ed altro per rimandare la giustizia. Oggi questo compito sarà un po' più difficile. Oggi si scrive una brutta pagina della nostra storia, è una giornata triste perché nessuno di questi criminali pagherà più per ciò che ha commesso. Per noi restano tali e continueremo a raccontare sempre di più questa storia, anche se senza una piena giustizia non ci può essere piena verità".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Sarebbe necessaria una lunghissima arringa da parte dello stato Italiano contro il governo tedesco, ma il governo Italiano dov' è? Un sistema per risolvere il problema potrebbe essere anche lo stesso che il porco Gherard a usato a tempo debito.

  • se non è in condizione di affrontare quel processo, forse, eroicamente...fucilatelo!

    • sai quanti crimini hanno commesso i cosiddetti partigiani, comunisti e altre persone in passato, crimini di guerra, non sono stati puniti loro ! quando puniranno anche loro allora sarà giustizia, facile condannare (per reati anche seri) a senso unico !

  • forse sarebbe il caso di ricordare alla corte che lui all'epoca non si e' fatto molti scrupoli davanti agli anziani..

    • Bravo, mi associo!

Notizie di oggi

  • Sport

    Liberté, égalité, Mbappé: la Francia è campione del mondo

  • Sport

    Russia 2018, gli organizzatori: "I Mondiali sono stati un vero successo"

  • Politica

    Primi sì dall'Europa dopo la lettera di Conte: chi accoglierà i migranti

  • Politica

    Salvini alza la voce: "C'è un pilota ai comandi, ridurremo le spese per l'accoglienza"

I più letti della settimana

  • Allontanato dalla Rai, poi lo scontro giudiziario: torna Milo Infante

  • Tour de France 2018, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Addio al Tfr in busta paga

  • "Siamo sopravvissuti", paura sul volo Ryanair: le immagini

  • Di Maio a La7, gogna social contro Alessandra Sardoni: "Sei patetica e faziosa"

  • Liorni, bella sfida il sabato pomeriggio: "In Rai nuovi semi"

Torna su
Today è in caricamento