Vaccini, polemiche su Report: "Diffonde la paura raccontando bugie"

Roberto Burioni, medico in prima linea contro le teorie antivacciniste e le bufale della rete, si scaglia contro la trasmissione di Rai3 dedicata al vaccino contro il Papilloma virus. Il vicepresidente della Commissione di Vigilanza Rai presenterà un'interrogazione urgente

La voce della scienza contro quella... della tv. E' polemica sulla trasmissione Report, andata in onda ieri sera su Rai 3, per un servizio dedicato al vaccino contro il Papilloma virus - "il primo vaccino contro il cancro che l'uomo è riuscito a inventare" - in cui si parlava delle "reazioni avverse" a questo tipo di vaccinazione contro il tumore al collo dell'utero (a questo link potete rivedere il servizio). Il primo a scendere in campo, poco dopo la messa in onda, è il virologo Roberto Burioni, professore ordinario di Microbiologia e Virologia alla facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. 

Burioni, autore del libro "Il vaccino non è un'opinione" e da sempre in prima linea contro le teorie antivacciniste e le bufale della rete, scrive sulla sua pagina Facebook: “Diffondere la paura raccontando bugie è un atto grave e intollerabile. E’ abusare in maniera perversa della libertà di opinione. E’ come gridare ‘c’è una bomba’ in uno stadio affollato per vedere la gente che fuggendo calpesta i bambini”. Il medico accusa di “diffondere la paura raccontando bugie contro un vaccino sicuro e di una formidabile efficacia a differenza di quanto fatto affermare senza contraddittorio in televisione”.

Report ha dato spazio a teorie prive di base scientifica, a individui senza alcuna autorevolezza ed ha mescolato sapientemente possibili tangenti e ipotesi non confermate per ottenere un effetto abominevole: instillare timore nei confronti di una pratica medica sicura, efficace ed in grado di salvare migliaia di donne da una morte atroce.

A sostegno della sua posizione, Roberto Burioni aggiunge anche i riferimenti bibliografici di quanto da lui affermato e posta la foto di Stefania Rotolo, “una ballerina bravissima e famosa. Tre anni dopo questo scatto è morta a 29 anni di cancro all’utero, la malattia causata da HPV che il vaccino previene in modo efficacissimo. In un mondo di vaccinati sarebbe ancora viva con la sua bambina. Lavorava in Rai, come la giornalista che ha confezionato la trasmissione di ieri sera”.

"IL PEGGIOR FEMMINICIDA"

Burioni continua: "Nei prossimi giorni sarò costretto a dedicare il mio tempo e questa pagina a smontare ad una ad una le falsità che sono state dette. Lo farò come al solito in maniera inoppugnabile, portando a supporto delle mie affermazioni inconfutabili dati scientifici e lo farò perché è mio dovere di padre, di medico e di professore universitario e anche di cittadino che vede i soldi delle proprie tasse utilizzati in questo modo intollerabile. Farò quello che una giornalista scrupolosa avrebbe dovuto fare prima di mettere in onda un servizio: verificare attentamente le fonti. Non l’ha fatto lei, lo farò io. Pazienza. Però è doveroso ricordare che se un giornalista ospitasse le opinioni di un violento che sostiene che le donne si devono picchiare avrebbe sulla coscienza i femminicidi. Ebbene, questo virus è il peggiore femminicida in circolazione nel nostro paese: con il cancro che provoca, nel 2017 ucciderà solo nel nostro paese 2900 donne".

BUFERA SUL SERVIZIO PUBBLICO

Sul caso è intervenuta anche la senatrice Pd Francesca Puglisi, prima firmataria di un ddl per rendere obbligatorie le vaccinazioni fin dalla scuola dell'obbligo: "Incredibile che il servizio pubblico ieri si sia unito alla campagna contro i vaccini ed in particolare quello contro l'Hpv, con una totale assenza di pluralismo scientifico - dice - Spero che il dg Campo Dall'Orto e Rai 3 trovino il modo per riparare al danno fatto da Report, magari concordando una campagna con il ministero della Sanità". Francesco Verducci, vicepresidente della Commissione di Vigilanza Rai, ha fatto sapere che presenterà un'interrogazione urgente per "verificare la correttezza della trasmissione 'Report'".

LA REPLICA DI REPORT

Il conduttore di Report Sigfrido Ranucci e Alessandra Borella, autrice dell'inchiesta sul vaccino anti-Hpv, hanno replicato alle accuse con una video-diretta su Facebook. "Come abbiamo detto ieri sera in onda: l'inchiesta sull'anti-HPV non è contro l’utilità dei vaccini, si tratta in tema di prevenzione della scoperta più importante degli ultimi 300 anni. Abbiamo parlato di farmacovigilanza: cosa accade quando ti inietti il vaccino e hai una reazione avversa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Luca Pitteri, ex prof di Amici, ha sposato una allieva del talent (FOTO)

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 30 maggio 2020

  • Bollette, la (bella) sorpresa della fase 2 e questa volta vale per tutti

  • SuperEnalotto, l'estrazione di oggi lunedì 1 giugno 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 26 maggio 2020

  • Katia e Ascanio 15 anni dopo, ecco l'irresistibile ritratto di famiglia con i figli

Torna su
Today è in caricamento