Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Morte Desirée: arrestato il quarto uomo, aveva il permesso di soggiorno scaduto

Si era nascosto e barricato in una baracca di Borgo Mezzanone Salia Yusif, ritenuto responsabile, in concorso con altri tre stranieri della morte della giovane Desirèe Mariottini

 

Si era nascosto e barricato in una baracca di Borgo Mezzanone Salia Yusif, ritenuto responsabile, in concorso con altri tre stranieri della morte della giovane Desirèe Mariottini, la 16enne di Cisterna di Latina trovata priva di vita la notte del 19 ottobre in un'area abbandonata del centralissimo quartiere San Lorenzo a Roma. 

La zona individuata è quella adiacente al C.A.R.A., dove insiste un insediamento di cittadini extracomunitari che non hanno più titolo ad essere ospitati all’interno della struttura.

Morte di Desirée, chi è il quarto uomo arrestato a Foggia

Il dirigente della Squadra Mobile di Foggia spiega come l'uomo si era barricato impedendo l'ingresso agli operatori, tanto che si è reso necessario forzare le porte d'ingresso. "L'uomo ha opposto resistenza per poi essere bloccato. È stata svolta una minuziosa perqusizione nel quale è stato confermato il suo pedigree criminale: un soggetto che aveva precedenti per droga".

Come Salia Yusif, anche uno dei tre stranieri già fermati dalle forze dell'ordine aveva un permesso di soggiorno per richiesta d'asilo scaduto ed era stato espulso con un provvedimento del prefetto di Roma il 30 ottobre del 2017

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento